rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Politica

Cohousing multigenerazionali, giovani e anziani sotto lo stesso tetto: la nuova scommessa del Campidoglio

Firmata la memoria di giunta per lanciare il nuovo modello di coabitazione. Raggi: "Saranno di reciproco supporto"

Via libera ad una nuova modalità di coabitazione. La Giunta Raggi ha approvato un provvedimento destinato a sperimentare una convivenza intergenerazionale.

Un modello da sperimentare

Giovani ed anziani sotto uno stesso tetto. Per contrastare l’emarginazione sociale e promuovere la condivisione ed il confronto tra culture diverse, il Campidoglio ha deciso di lanciare un modello che potrebbe avere implicazioni interessanti, sicuramente da considerare.

La formula della coabitazione

“Continua l’impegno di Roma Capitale nel ricercare soluzioni innovative che abbiano come obiettivo primario il benessere completo della persona, la partecipazione attiva e la massima autonomia possibile - ha premesso la Sindaca - Abbiamo già sperimentato con successo il cohousing per diverse categorie. Ora, con questa memoria di Giunta, daremo la possibilità ad anziani e giovani di condividere uno stesso spazio. Un’occasione per supportarsi a vicenda, socializzare e trascorrere insieme un periodo di vita”.

Le strutture in cohousing a Roma

Finora il Campidoglio aveva promosso lo strumento della coabitazione per particolari categorie di utenti. A Termini una struttura di questo tipo era stata messa a disposizione per  le persone senza fissa dimora e, di recente a Torre Maura, per i maggiorenni usciti dalle case famiglia. Alla Giustiniana invece le chiavi di un appartamento, sempre in cohousing, erano state date a dei cittadini anziani. 

Giovani ed anziani sotto lo stesso tetto

“In questo periodo abbiamo appurato che la modalità abitativa del cohousing rappresenta un luogo privilegiato per l’inclusione sociale e abbiamo pensato di fare un passo in più - ha commentato l’assessora capitolina alle Politiche sociali Veronica Mammì -  Per questo vogliamo unire generazioni diverse che possano essere di sostegno reciproco: neomaggiorenni e persone anziane. Nonni e nipoti non di sangue ma di vita” .
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cohousing multigenerazionali, giovani e anziani sotto lo stesso tetto: la nuova scommessa del Campidoglio

RomaToday è in caricamento