rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Claudio e la sua prima vittoria 'in carrozzina': "Impegno del sindaco contro le barriere"

Il disabile, che a giugno aveva raccontato la difficoltà di muoversi a Roma, ha incontrato il primo cittadino. Il consigliere M5S Frongia: "Impegno storico per piazza di Spagna"

A giugno aveva mostrato con un viaggio da Acilia al centro con i mezzi pubblici quanto sia difficile per un disabile muoversi in una città come Roma. Venerdì Claudio Palmulli, figlio di Maurizio, il popolare "Mister Ok" che da 26 anni, ogni Capodanno, si tuffa nel Tevere, ha incontrato il sindaco Ignazio Marino  insieme ad esponenti del Gabinetto e ai dirigenti dei dipartimenti Mobilità e Lavori Pubblici. Anche in questa occasione, proprio come nel viaggio di denuncia, è stato accompagnato dall’inseparabile amico Simone Carabella e dal consigliere capitolino del Movimento cinque stelle Daniele Frongia. Al primo cittadino sono state consegnate delle osservazioni sulle tante, troppe, criticità che un cittadino disabile deve affrontare. 

PIAZZA SPAGNA PEDONALE - Tra queste anche il raggiungimento di Piazza di Spagna che da domani, pedonalizzata, sarà inaccessibile al traffico. “Un disabile non potrà più arrivare in una delle piazze più note e più belle del mondo” denuncia il gruppo capitolino del Movimento cinque stelle. “La stazione della Metro A "Spagna", infatti, è priva sia di ascensori che di montacarichi per carrozzine! Tra l'altro, la stazione è anche priva di un bagno” continuano. E proprio da un gusto presso quella fermata metro era partita la denuncia di Palmulli. 

STAZIONI INACCESSIBILI - "Senza considerare che tutte e cinque le stazioni centrali della città sono tutte inaccessibili" aggiunge Frongia. “Tutti i sindaci che si sono succeduti negli ultimi decenni hanno promesso di abbattere le barriere architettoniche: noi vogliamo che, finalmente, in questa consiliatura si faccia qualcosa di concreto” continua Frongia. E l’incontro ra Palmulli e il sindaco Ignazio Marino è uno di questi. 

LA DELIBERA - In merito, come sottolineano i pentastellati che in merito il 29 luglio avevano avanzato una mozione, è stata approvata anche “una delibera di giunta (la numero 234 del 30 luglio 2014) che prevede ‘le linee di indirizzo per la predisposizione e la realizzazione del Piano per l'eliminazione della barriere architettoniche (P.E.B.A.) di Roma Capitale’ che costituisce un apposito gruppo di lavoro per pianificare gli interventi”. Continuano: “La delibera prevede inoltre la partecipazione a questo gruppo di lavoro delle associazioni che da anni si battono contro le barriere e che dunque hanno una grande esperienza sul territorio”.

L'IMPEGNO DEL SINDACO - In seguito all’incontro, scrivono i consiglieri del Movimento cinque stelle il sindaco ha preso l’impegno “di valutare la possibilità di rendere accessibile la stazione Spagna”. Martedì prossimo è previsto un sopralluogo “per verificare sia lo stato del bagno pubblico con relativo ascensore sito nella piazza, sia l'accessibilità delle aree interessate dai lavori di rifacimento”. 

L'APPELLO - Infine un appello a tutte le associazioni che si occupano di accessibilità e barriere a Roma. “Vi preghiamo di segnalarci la vostra eventuale disponibilità a partecipare al gruppo di lavoro istituito dalla delibera daniele.frongia@comune.roma.it. Conclude Frongia: “Non ci accontentiamo delle parole ma per il momento siamo soddisfatti di questo avvio di percorso. Verificheremo costantemente lo stato di avanzamento di questo progetto”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Claudio e la sua prima vittoria 'in carrozzina': "Impegno del sindaco contro le barriere"

RomaToday è in caricamento