Politica

Senato, il patron della Lazio Claudio Lotito di nuovo in corsa per il seggio

Lotito aveva sostenuto di essere stato penalizzato nelle operazioni di calcolo dei voti. Ora la Giunta delle elezioni ha accolto il ricorso

Il presidente della Lazio potrebbe diventare senatore. Nella tarda serata di mercoledì 5 agosto la Giunta delle elezioni e delle immunità del Senato ha approvato, a maggioranza, la proposta del relatore di FI, Adriano Paroli, di accogliere il ricorso di Claudio Lotito, presentato all'indomani delle elezioni politiche del 4 marzo 2018, dove il patron biancoceleste si era candidato.

Lotito aveva sostenuto di essere stato penalizzato nelle operazioni di calcolo dei voti, ritenendosi inoltre danneggiato nel computo della assegnazione dei seggi, nei collegi plurinominali. A questo punto il Senato, dopo il voto di ieri, dovrà decidere se assegnare il seggio a Lotito, che potrebbe prendere il posto del renziano Vincenzo Carbone. 

La giunta quindi ha dato ragione al patron della Lazio. O meglio, ha accettato il ricorso fatto da Paroli. Ora sarà il Senato a dover decidere se assegnare o no un posto a Lotito. La presidente di Palazzo Madama, Maria Elisabetta Alberti Casellati, dovrà convocare tra la fine di agosto e l'inizio di settembre una seduta "pubblica" a cui parteciperanno sia il patron della Lazio che il senatore Paroli. 

Se si arriverà a una nuova approvazione della relazione dell'esponente forzista, l'ultima parola passerà all'Aula, che voterà a maggioranza semplice, 'scegliendo' tra i due a chi assegnare il seggio. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senato, il patron della Lazio Claudio Lotito di nuovo in corsa per il seggio

RomaToday è in caricamento