menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cittadella Giudiziaria, il procuratore Salvi: "Riuso, mobilità e connessione con i cittadini sono le priorità"

Lo ha affermato nel corso di Spam-Dreamcity, il festival promosso dall'Ordine degli architetti

Riuso degli immobili esistenti, ripensamento della mobilità urbana, attenzione alle connessioni e architettura di qualità. Queste le priorità per la Cittadella giudiziaria di Roma che rimarrà nel Quartiere Prati. Il procuratore Giovanni Salvi, intervenuto a SPAM-DREAMCITY, un festival promosso dall'Ordine degli architetti di Roma, ha spiegato l’iter del processo e le sue aspettative.

"Vorremmo riuscire ad offrire una nuova immagine di questo quartiere, un palazzo di giustizia diffuso, funzionale e con il minore impatto possibile sulla collettività", ha affermato il procuratore Salvi. "Un’opportunità di miglioramento anche per le strutture pubbliche del quartiere. Abbiamo avviato la fase preliminare della riqualificazione delle tre palazzine di Piazzale Clodio, abbiamo i fondi e l’accordo con Regione e Comune, identificheremo l’effettivo fabbisogno e con le autorità di competenza si delineerà la fattibilità tecnica dell’intervento. Non vogliamo solo qualcosa di funzionale ma vogliamo dare alla città di Roma un’opera pubblica che sia anche bella". 

Il progetto nascerà da un concorso internazionale di progettazione, che sarà indetto tra almeno un anno: intanto ai giovani di SPAM si chiede di apportare idee, soluzioni e riflessioni su come indirizzare il brief. 

Nell'ambito del festival dell'architettura della Capitale organizzato dall'Ordine degli Architetti di Roma e provincia, aperto ieri sera e che chiuderà i battenti il 18 ottobre, sono appunto partiti i workshop per “ridisegnare” tre luoghi simbolo della Capitale: Mercato dei Fiori, area di Via Giolitti, Cittadella Giudiziaria a Piazzale Clodio. 60 studenti e giovani architetti, selezionati attraverso una call internazionale, saranno coinvolti per una settimana nelle attività di laboratorio di SPAM LAB, il workshop che vede come tutor Gianluca Peluffo, Manuel Aires Mateus e Orazio Carpenzano, e focalizzato su tre aree specificamente individuate e concordate con il Municipio I di Roma Capitale: I risultati dei workshop saranno illustrati nel corso giornata conclusiva del festival, il 18 ottobre alle 17.45 alla Casa dell'Architettura. 

cittadella-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento