Politica Centro Storico / Via Nazionale

Città Metropolitane: al lavoro per lo statuto, via alla conferenza dei sindaci

A Roma lo statuto va approvato entro gennaio 2013. Alemanno: "E' evidente che siamo di fronte ad una riforma abbastanza improvvisata"

Roma diventerà, secondo quanto previsto dal decreto sullo Spending Review, Roma Città Metropolitana. Infatti, il decreto legge numero 95 dello scorso 6 luglio istituisce le città metropolitane in sostituzione delle province di alcuni grandi centri urbani.

Per questo oggi a Palazzo Valentini si è riunita la Conferenza dei sindaci che dovrà "guidare la transizione verso la Città Metropolitana di Roma". Ad aprire i lavori il presidente della Provincia Nicola Zingaretti. Subito dopo l'intervento del sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Zingaretti ha spiegato ai sindaci che lo Statuto della Città Metropolitana si dovrà approvare a maggioranza dei due terzi dei componenti della Conferenza dei sindaci e comunque con voto favorevole del sindaco del Comune capoluogo e del presidente della Provincia. Nel caso di Roma lo Statuto dovrà essere approvato entro il mese di gennaio 2013.

"Qualora non venisse approvato - ha aggiunto Zingaretti - il sindaco del Comune capoluogo sarà nominato sindaco della Città Metropolitana, commissario a tempo determinato". Zingaretti ha quindi sottolineato quelli che sono a suo parere "errori macroscopici contenuti nel decreto della spending review". Tra questi l'aver inserito "la riforma degli enti locali dentro un decreto sul taglio della spesa pubblica" e l'aver "escluso la partecipazione elettorale diretta dei cittadini delle figure di riferimento della Città Metropolitana".

Alemanno è intervenuto affermando: "E' evidente che siamo di fronte ad una riforma abbastanza improvvisata. Va anche detto che di Città Metropolitana si parla da 20 anni ed è sempre stato difficile realizzare questo cambiamento, perché è difficile la cessione di poteri da parte di Comuni, gelosi della loro autonomia, nei confronti della Città Metropolitana". Secondo il sindaco di Roma bisogna fare "un grande sforzo per applicare il principio di sussidiarietà. Se la Città Metropolitana deve avere più potere della Provincia non deve sottrarre poteri ai Comuni ma è più razionale che prenda poteri dalla Regione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città Metropolitane: al lavoro per lo statuto, via alla conferenza dei sindaci

RomaToday è in caricamento