rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Politica

Rigenerazione urbana, approvati i primi progetti: erano stati annunciati lo scorso settembre

La giunta ha dato il via libera a 6 dei 15 masterplan che erano stati annunciati per la città dei "quindici minuti". Veloccia: "Questi sono solo i primi 6 a cui presto seguiranno tutti gli altri". Ecco quali sono.

Via libera della giunta Gualtieri ai primi sei progetti destinati a trasformare Roma in una città dei “quindici minuti”. L’obiettivo dell’amministrazione, che aveva dichiarato quest’intenzione anche in campagna elettorale, è quello di ripensare la metropoli, trasformandola in una città policentrica, con i servizi scolastici, sanitari, sociali, raggiungibili, a piedi o in bicicletta, in appena un quarto d’ora.

Dieci mesi fa la conferenza stampa

Per realizzare questo cambiamento, l’amministrazione nel settembre del 2022 aveva convocato una conferenza stampa in cui erano stati annunciati 15 masterplan: uno per municipio. “Tassello dopo tassello cerchiamo di dare corpo alla nostra idea di città rigenerata e di prossimità, dove il sociale, la cultura, l’ambiente, possano integrarsi a vicenda” aveva commentato il sindaco, prima che venisse definitivamente chiarito come si sarebbe dovuto procedere per realizzare la città dei 15 minuti.

I progetti annunciati a marzo

In sostanza, la procedura ha previsto che fosse l’ente di prossimità ad indicare un’area da riqualificare, indicando gli obiettivi da perseguire e le azioni da compiere,come ad esempio creare una ciclabile o riqualificare un’area verde. Per farlo, il Campidoglio ha predisposto un budget di un milione e mezzo di euro, lo stesso per tutti. Dopodiché è stato possibile avviare le relative progettazioni. Queste ultime sono state annunciate a fine marzo. A distanza di ulteriori quattro mesi, la giunta ha ora approvato i primi 6 masterplan di rigenerazione urbana: sono previsti al Tufello nel Municipio III; La Rustica nel Municipio V; Zona dei Colli nel Municipio VI; Spinaceto nel Municipio IX; Monteverde nel Municipio XII; Montespaccato nel Municipio XIII.

Via libera alla progettazione di 6 progetti su 15

“Con i provvedimenti approvati ieri (27 luglio 2023 ndr) dalla Giunta aggiungiamo un primo e importante tassello al grande piano di rigenerazione urbana, coerente con i bisogni e le vite delle romane e dei romani che stiamo realizzando attraverso il programma ‘15 municipi 15 progetti per la città in 15 minuti’. Questi sono solo i primi 6 Masterplan approvati a cui presto – ha aggiunto l’assessore all’urbanistica Maurizio Veloccia - seguiranno tutti gli altri. Il nostro obiettivo di mettere al centro un’azione urbanistica integrata che, a partire dalla consapevolezza del valore sociale dello spazio pubblico, crei connessioni, valorizzando le vocazioni e le funzioni esistenti e aggiungendone nuove va dunque avanti”.

Ambiti territoriali e città dei 15 minuti

Gli ambiti territoriali, vale la pena chiarire, sono stati “scelti per le loro caratteristiche morfologiche e funzionali e perché rappresentativi dell’identità locale, includono spazi urbani in grado di rivitalizzare e riqualificare i tessuti circostanti, oltre ai principali servizi necessari a perseguire l’obiettivo della città dei 15 minuti” è stato chiarito da una nota del Campidoglio, che sta realizzando il programma attraverso una sinergia attivata dall’assessorato all’urbanistica di Maurizio Veloccia e di quello al decentramento ed alla città dei 15 minuti di Andrea Catarci.

Opinioni - Tanti annunci e pochi soldi: così nella "Roma dei 15 minuti" le periferie restano indietro

I sei ambiti territoriali ed i relativi interventi

Quali sono gli interventi previsti per i sei progetti approvati? Per l’ambito del Tufello è prevista  la realizzazione di un polo culturale e sportivo e di sentieri pedonali, percorsi salute con attrezzi, area ludica, area cani nell’area verde su via Antonio De Curtis; la  riqualificazione della piscina nella scuola Monte Ruggero; la pedonalizzazione e ridisegno di piazza degli Euganei; la pavimentazione, l’illuminazione e l’arredo urbano degli spazi esterni al mercato Val Melaina.

L’ambito de La Rustica prevede la realizzazione di spazi di aggregazione dove riunire il comitato di quartiere o le associazioni; la riqualificazione spazio/parcheggio della scuola di via Delia e dello spazio comunale esterno alla stazione La Rustica città; la ristrutturazione dell’area di Casale Caletto con sistemazione giochi, campo polivalente e spazi verdi. Ed infine la realizzazione di nuovi percorsi ciclo-pedonali dalla scuola di via Delia a largo Corelli.

L’ambito Delli Colli contempla la realizzazione di piste ciclopedonali di collegamento tra Colle del Sole e Colle degli Abeti; il ponte ciclopedonale di collegamento tra Parco Sinisgalli e Parco Gastinelli nel quartiere Nuova Ponte di Nona; la Piazza civica/centralità urbana di Villaggio Falcone con spazi polifunzionali con finalità ricreative e culturali; la riqualificazione di parchi pubblici zona centrale di Villaggio Falcone e del Casale del Benzone da destinare a centro ricreativo.

Per quanto riguarda il quartiere di Spinaceto, il progetto prevede la riqualificazione di piazza Nicolò Cannella con realizzazione di un centro polifunzionale; la realizzazione della Casa della Solidarietà; la creazione punti informazione con una cartellonistica di identificazione dei luoghi chiara e aggiornata e di bacheche, anche digitali, nei luoghi principali del quartiere (mercati, centri commerciali, uffici pubblici).

L’ambito di Monteverde Vecchio contempla invece la riqualificazione dell’asse viario di via Carini a partire dall’IC Bixio fino a via del Vascello e alla Casetta Garibaldina; la riqualificazione dell’area a parcheggio che connette via del Vascello a via di San Pancrazio; la riqualificazione di via L. Amedei; al rigenerazione ambientale delle aree verdi in largo Oriani; ristrutturazione della scalinata in via Falda.

Un sesto progetto è quello che riguarda Montespaccato. Prevede la riqualificazione della piazza ex Campari; la  riqualificazione di via Cornelia come sistema carrabile di collegamento con via Boccea e come passeggiata- passerella-sosta pedonale; il collegamento tra il nuovo mercatino, il piccolo spazio verde e gli impianti sportivi sequestrati alla criminalità organizzata e accessibili da via Cornelia;  la realizzazione di una pista ciclabile sul tracciato della viabilità carrabile di fondovalle prevista dal PRG nella zona limitrofa alla Riserva dell’Acquafredda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigenerazione urbana, approvati i primi progetti: erano stati annunciati lo scorso settembre

RomaToday è in caricamento