Politica

Bavaglio alle maestre: da Sel a M5S in Campidoglio c'è il fronte anti Marino

Dai pentastellati a Sel si annunciano interrogazioni. Peciola chiede la testa dei "dirigenti responsabili". Anche l'Ordine dei giornalisti riprende il Comune: "Viola la Costituzione"

Ha fatto sussultare anche i banchi della maggioranza per poi arrivare fino all'Ordine nazionale dei giornalisti la circolare emanata dal capo del dipartimento Scuola che impone alle insegnanti di non ledere l'immagine di Roma Capitale diffondendo informazioni e immagini. A promettere un'interrogazione non è solo il Movimento cinque stelle. Pugno duro è arrivato anche dal capogruppo capitolino di Sel Gianluca Peciola che ha promesso: “Invieremo un'interrogazione urgente al Sindaco per chiedere il ritiro immediato della circolare e la rimozione di quei dirigenti che si sono resi responsabili”. Un richiamo al rispetto della costituzione è invece arrivato dal segretario e consigliere nazionale dell'Odg Paolo Pirovano e Alessandro Sansoni:  “Se due indizi fanno una prova siamo costretti a ritenere che l’attuale amministrazione di Roma Capitale dia un’interpretazione eccessivamente restrittiva dell’articolo 21 della Costituzione”. La circolare faceva infatti riferimento alle dichiarazioni e alle foto diffuse dalle insegnanti e apparse su diversi giornali durante le festività pasquali quando le maestre, pur con le scuole chiuse, furono riunite nelle sedi dei municipi.

IL CONSIGLIODiverse le voci critiche all'interno dell'Aula Giulio Cesare dove ieri è stata anche approvata una mozione che spinge per la sospensione dell'atto unilaterale nel settore scolastico. Peciola chiede la testa “di quei dirigenti che si sono resi responsabili di questo atto lesivo dei diritti dei lavoratori e di quelle figure, che in continuità con l'amministrazione Alemanno, stanno recando danni al personale e alla scuola pubblica come è evidente a tutta la città”. Critiche anche le parole della consigliere capitolina M5S Virginia Raggi: “L'eventuale incrinatura del rapporto di fiducia appare forse da attribuire a scelte politiche non condivise con la cittadinanza tutta che, infatti, in questo biennio è più volte scesa in piazza a protestare” conclude Raggi. “Marino chieda scusa” ha dichiarato polemico il consigliere di Roma Capitale Roberto Cantiani che aggiunge: “Ritiri subito una circolare vergognosa e poi lasci la sua poltrona in Campidoglio”.

ORDINE DEI GIORNALISTI - “Dopo l’episodio che pochi giorni fa ha visto protagonista la scorta del sindaco Ignazio Marino che ha ‘sequestrato’ un collega del ‘Tempo’ e un fotografo su ‘la Repubblica’ di domenica abbiamo letto di una circolare riservata, datata 22 aprile, con la quale il Capo del Dipartimento Scuola Mariarosa Turchi ha ordinato di istruire provvedimenti disciplinari contro tutte le insegnanti sorprese a commentare con i giornalisti la trattativa sul contratto decentrato” si legge nella nota di Pirovano e Sansoni. “Ci aspettiamo da parte del sindaco Marino una esplicita presa di distanza da questo atteggiamento intimidatorio che non rende onore al ‘prestigio’ di Roma e che viola non solo la Costituzione, ma anche l’articolo 10 della Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo. Il principio cardine della libertà di espressione, fatto salvo il dovere di verifica delle informazioni e di rettifica se dovuto è la principale forma di tutela che lo stato di diritto offre tanto ai giornalisti, quanto alle loro fonti e ai cittadini. Il suo mancato rispetto da parte di una pubblica amministrazione ne lederebbe profondamente il prestigio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bavaglio alle maestre: da Sel a M5S in Campidoglio c'è il fronte anti Marino

RomaToday è in caricamento