Domenica, 25 Luglio 2021
Politica Centro Storico / Via del Corso

Ex cinema Metropolitan, la Regione Lazio blocca i lavori di riqualificazione

I lavori di riqualifica dell'ex cinema Metropolitan sono fermi per via del dietrofront della Regione Lazio. Il progetto riguardava tre sale cinematografiche e uno spazio commerciale.

L’ex cinema Metropolitan non trova pace. Sembrava tutto pronto per l’inizio dei lavori per l’edificio in Via del Corso, ma i buoni propositi si sono interrotti perché manca il via libera in Giunta regionale della Regione Lazio.  

Continua dunque l’odissea, dell’ex cinema che ha chiuso i battenti il 9 dicembre 2010. 

A Marzo 2019, la sindaca Virginia Raggi annunciava entusiasta la rinascita del Metropolitan, ma nel 2021 è ancora tutto fermo. I lavori avrebbero riguardato la ristruttura interna del Metropolitan, grazie all’intervento del privato Morris Attia presidente e ad di DM Europa, proprietaria degli spazi dell'ex cinema. 

Il progetto

Il progetto del Metropolitan riguardava la ristrutturazione di una sala cinematografica con 100 posti. La sala per otto mesi all’anno garantirebbe la normale programmazione cinematografica, e per quattro mesi sarebbe data gratuitamente in comodato d’uso al Comune. Alla sala, sarebbe affiancata la costruzione di uno spazio commerciale, negozio di lusso che creerebbe sessanta nuovi posti di lavoro. 

Attia inoltre ha previsto anche una spesa di sette milioni di euro per riattivare il cinema Apollo nel Municipio I e l’Airone nel Municipio VII, in zona Appio Latino, per dare una mano all'industria cinematografica in questo momento di difficoltà legato alla pandemia. 

Il dietrofront della Regione Lazio

Durante l’amministrazione Virginia Raggi, il progetto è stato approvato sia in in Giunta che in Consiglio Comunale. Durante la Conferenza dei Servizi di settembre 2020, il progetto riceve il parere favorevole di tutti i componenti, compreso quello della Regione Lazio. Per chiudere il progetto però serve il via libera anche nella Giunta regionale, ma gli stessi uffici (quelli dell’Urbanistica dell’Assessore Valeriani) che prima avevano dato voti favorevoli, temporeggiano e hanno bloccato i lavori.

L'interrogazione a Nicola Zingaretti

Proprio per questo blocco, Laura Corrotti consigliere della Lega della Regione Lazio ha presentato un’interrogazione a Nicola Zingaretti.

La consigliera leghista sottolinea nella sua nota come la chiusura del Metropolitan abbia determinato "un forte degrado urbano a Roma, abbandonando lo spazio pubblico a dormitorio per i senza tetto". La Corrotti chiede al Presidente della Regione i motivi di questo dietrofront e perché ancora non sia stato sottoscritto il programma per la riqualificazione dell’ex cinema. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex cinema Metropolitan, la Regione Lazio blocca i lavori di riqualificazione

RomaToday è in caricamento