menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una vecchia protesta fuori dall'ex cinema Apollo

Una vecchia protesta fuori dall'ex cinema Apollo

Ex cinema Apollo, lavori di bonifica fermi in attesa dei fondi. Guadagno (M5s): "Ci impegniamo per stanziamento"

La presidente della Commissione cultura fa il punto sull'ex cinema di via Cairoli all'Esquilino. Gli interventi però vanno a rilento e poco è cambiato rispetto agli annunci di un anno fa 

Ancora i lavori devono terminare, manca una terza fase del cantiere da finanziare, ma a breve, è la promessa, partirà il processo partecipativo con i cittadini, per decidere la destinazione d'uso della struttura. 

La presidente della Commissione cultura Eleonora Guadagno fa il punto sull'ex cinema Apollo di via Cairoli, gioiellino liberty dei primi anni del XX secolo nel cuore dell'Esquilino, ex sala a luci rosse poi caduta nel più totale abbandono che ora i cittadini del rione, riuniti in comitati di quartiere, vorrebbero tornare a vivere. Una battaglia che procede da anni ma con gli interventi che vanno a rilento. Poco è cambiato infatti rispetto agli annunci di un anno fa

Verso un processo partecipato 

Per quanto riguarda la destinazione d'uso finale della struttura, "nel corso della seduta della Commissione Cultura di ieri abbiamo avuto un confronto con gli uffici di competenza per i processi partecipativi, insiemi ai quali individueremo le modalità per strutturare al meglio il percorso" ha fatto sapere la consigliera grillina. 

Di inizio di processo partecipato si era però parlato già a febbraio 2020. "Abbiamo anche ricevuto gli aggiornamenti sulla messa in sicurezza di entrambi gli immobili" prosegue Guadagno. E anche qui si è mosso poco rispetto al punto della situazione fatto un anno fa.  

Il punto sul cantiere

Sono terminate le prime due fasi dei lavori, con bonifica interna dell'immobile e incapsulamento della copertura per la presenza di amianto. È ora prevista la terza fase del cantiere (partito a ottobre 2019 dopo una serie di solleciti da parte dei comitati cittadini), che prevede la rimozione della copertura precedentemente incapsulata, la sua sostituzione con una provvisoria e altri interventi residuali. Mancano ancora i fondi per questo ultimo step ma Guadagno promette: "Ci impegniamo a inserire i fondi nella prossima variazione di bilancio"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento