Il cinema America torna a San Cosimato: "Vittoria per la città". E due sere a settimana film in cuffia

Il Campidoglio ha detto sì. Proseguono in parallelo le proiezioni nelle arene già partite in periferia

Piazza San Cosimato

Alla fine, ce l'hanno fatta. Dopo mesi di scontro con l'amministrazione Raggi e l'addio che sembrava definitivo, i ragazzi del Piccolo Cinema America tornano ai luoghi natali. Dal 2 luglio proietteranno in piazza San Cosimato per un mese: 31 notti di film a ingresso gratuito. Un lieto fine per i 20 giovani volontari che per tre estati hanno animato lo spazio. "Cacciati" dal Comune che ha rimesso a bando la piazza trasteverina, rieccoli pronti. Perché la gara è andata deserta. E senza di loro lo spazio resterebbe vuoto, alla mercé della movida notturna già abbastanza invadente per i vicoli del rione. 

"Abbiamo riaperto un dialogo con il vicesindaco Luca Bergamo - dichiara il presidente Valerio Carocci - ha accettato l’offerta che facemmo a febbraio, ovvero di pagare noi l’occupazione di suolo pubblico (evitando qualunque contributo, anche solo indiretto) e di intervenire con sette serate di proiezioni consecutive". E c'è una novità: due sere a settimana saranno in cuffia, grazie alla collaborazione con Radio Rock. Così "non recheremo alcun disturbo alla quiete degli undici residenti che avevano animato qualche protesta sulla scia delle dichiarazioni della consigliera 5S Gemma Guerrini". Che, lo ricordiamo, definì il cinema America "roba da feticisti", costringendo gli stessi colleghi di maggioranza a dissociarsi. 

Insomma, una battaglia vinta. Che porta una vittoria anche a tutti gli appassionati della manifestazione. L’iter amministrativo è in corso per definire la concessione dell’occupazione di suolo pubblico, sulla quale la giunta del I municipio ha già espresso parere favorevole. La richiesta è stata effettuata sulla base di un "nulla mutato" rispetto agli allestimenti fissi degli anni precedenti, facilitando così i lavori dei tavoli tecnici. Partner dell’iniziativa, che dal 29 giugno lascerà il liceo Kennedy per ripartire a San Cosimato il 2 luglio saranno la Regione Lazio, SIAE e BNL Gruppo BNP Paribas, assieme a VoiceBookRadio, la radio nata al Kennedy e oramai media partner dell’iniziativa. Restano attivi, con i programmi già diffusi, gli schermi in periferia, al Casale della Cervelletta e al porto turistico di Ostia

A commentare la decisione, comunque rivendicando la scelta iniziale del bando di gara, il vicesindaco Luca Bergamo: "Ho sempre detto che l'arena del Piccolo Cinema America è un progetto di qualità anche se questo non era sufficiente per concedere l'uso della piazza nel quadro di regole a cui siamo soggetti, tra cui quelle della delibera di Consiglio Comunale 48 del 2009 che restringe molto l'uso di tante piazze del Centro Storico, salvo per primarie esigenze dell'amministrazione". Il bando però è andato deserto, e il quadro è cambiato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Una splendida notizia quella del ritorno a Piazza San Cosimato" per il vice presidente della Regione Massimiliano Smeriglio. "Bene hanno fatto i ragazzi a continuare nella loro battaglia, convinti che la scelta del Campidoglio di mettere a bando un’idea su cui nessuna risorsa comunale veniva impiegata, fosse miope e incomprensibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Ater, in vendita oltre 7mila case popolari dal Laurentino a San Basilio: ecco il piano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento