Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica Trastevere / Via Natale del Grande

Cinema America, Franceschini nella struttura occupata: "Niente case, verrà vincolato"

Il ministro per i Beni e le Attività Culturali si è recato nell'immobile di Trastevere e ha annunciato agli occupanti l'avvio di due istruttorie per la tutela

Il Cinema America rimarrà un cinema. Niente appartamenti di lusso. Ad annunciare il destino del cinema occupato due anni fa dopo 14 di abbandono, è lo stesso ministro per le Attività e i Beni Culturali Dario Franceschini che questa mattina ha fatto visita presso la struttura a Trastevere. A renderlo noto sono gli occupanti in un comunicato stampa:“Sull'immobile sono state aperte due istruttorie, una sul vincolo di destinazione d'uso e una sulla salvaguardia dei mosaici della Cesarini Sforza e di Pietro Cascella” ha spiegato. “Di fatto i due vincoli impediscono la demolizione e la trasformazione della sala”.

IL RESTAURO – Nella nota si parla di un prossimo restauro.“Il ministro ha aggiunto che nel dl Cultura appena approvato vengono stanziati dei fondi per il restauro di sale cinematografiche edificate prima del 1980. Pertanto sarà possibile procedere con la ristrutturazione”riportano gli occupanti.

L'OCCUPAZIONE – Gli occupanti si sono dichiarati soddisfatti dalla notizia. “E' stato raggiunto l'obiettivo dell'occupazione?” la domanda del ministro. “L'occupazione per noi è un mezzo e non un fine. Nel momento in cui i vincoli saranno resi effettivi auspichiamo che si trovi comunque una soluzione coerente con il percorso costruito fino a oggi assieme al territorio, rappresentato dalle varie associazioni. Potremmo dire di aver vinto di fatto la nostra battaglia nel momento in cui il cinema sarà vincolato e si procederà con i lavori di restauro e riattivazione della sala con il coinvolgimento attivo del rione". Per gli occupanti non basta ristrutturare lo stabile: “Ci faremo garanti che non rimanga chiuso per altri 14 anni, ma venga restaurato”. A settembre, a difesa della struttura, si mobiliteranno Paolo Virzì, Toni Sevillo e Francesco Bruni. I loro nomi dovrebbero comparire nella programmazione di settembre e ottobre.

COMMENTI - "Grazie Dario Franceschini: il cinema America è salvo, una bella notizia e una vittoria dei cittadini e di chi ama la cultura" ha scritto su twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Dello stesso tono il commento del capogruppo del Pd in Campidoglio Francesco D'Ausilio: "Bene l'impegno del ministro Franceschini che ha avviato le procedure per attivare i vincoli storico-artistici e per bloccare la destinazione d'uso per il cinema America. In questo modo si impedirà la demolizione di questa storica sala e si eviterà che questo spazio possa essere trasformato in un'altra attività".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema America, Franceschini nella struttura occupata: "Niente case, verrà vincolato"

RomaToday è in caricamento