Politica

Cinecittà, Bianchini-Leuci: "Appello anche a Della Valle e De Laurentis"

"Silenzio Alemanno? Come se chiudesse Mirafiori e sindaco tacesse"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Siamo vicini  ai lavoratori di Cinecittà in protesta contro un piano di dismissione industriale che mette a rischio posti di lavoro e studi che sono simbolo stesso del Cinema italiano nel mondo. E' vergognoso che Alemanno non dica nulla. E' come se a Torino chiudesse Mirafiori e il sindaco restasse in silenzio".

Cosi', in una nota congiunta il presidente della Commissione Lavoro della Provincia di Roma Paolo Bianchini (Pd) e la consigliera della Commissione provinciale Cultura  Flavia Leuci (Pd).

"E' piu' che comprensibile la preoccupazione che con la cessione di rami d'azienda e la ricollocazione di dipendenti, previste dal piano, si  svuoti il sito produttivo a favore della speculazione e dello sfruttamento edilizio. Ci appelliamo dunque a Della Valle e a De Laurentiis unici veri imprenditori presenti nella compagine azionaria perche'  hanno sempre dimostrato di tenere alla valorizzazione del made in Italy e alla salvaguardia di quella risorsa straordinaria che e' la creatività' unita all'abilità' artigiana delle maestranze italiane. E' indispensabile che facciano riflettere l'azienda sulle conseguenze disastrose e irreversibili delle azioni che si stanno compiendo. Siamo certi - concludono Bianchini e Leuci - che non mancheranno di far sentire la loro voce in una vicenda che altrimenti rischia di vederli, magari inconsapevolmente,  corresponsabili della distruzione di questo patrimonio culturale, storico, professionale".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinecittà, Bianchini-Leuci: "Appello anche a Della Valle e De Laurentis"

RomaToday è in caricamento