Cimitero del Verano, il M5S interroga il sindaco: "Viali sporchi e muschio sui muri"

Il tema è stato affrontato questa mattina in una seduta della commissione Riforma e Razionalizzazione della spesa presieduta dal consigliere pentastellato Daniele Frongia

Viali sporchi, fontanelle coperte di calcare, scarsa illuminazione nelle cappelle. Il Movimento cinque stelle capitolino accende i riflettori sul cimitero monumentale del Verano a San Lorenzo. Questa mattina si è tenuta una  commissione per la Riforma e la Razionalizzazione della spesa dell'amministrazione presieduta dal pentastellato Daniele Frongia “a cui ha partecipato anche il direttore generale dell'Ama Giovanni Fiscon” ha spiegato il consigliere.

Al centro della commissione la valutazione dell'efficienza dell'appalto per la gestione e la pulizia dei cimiteri romani il cui contratto di servizio, “formalizzato nel 2007 e della durata di sei anni, è attualmente valido grazie a una proroga” spiega Frongia che aggiunge come “l'importo annuo sia di 36 milioni di euro”. 

Oltre alla commissione, questa mattina Frongia ha presentato anche un'interrogazione urgente al sindaco Marino e all'assessore competente, quello all'Ambiente Estella Marino, con richiesta di risposta scritta.

La denuncia in una nota: “Viali sporchi e pavimenti luridi sono il segno della mancata pulizia; macchie di muffa e muschio addobbano come festoni i muri e i marmi delle cappelle; fontanelle coperte da sporco e calcare, i bagni pubblici privi di carta igienica e la porta totalmente ricoperta di ruggine; e poi vetri rotti, ragnatele, scale lerce e la mancanza di illuminazione nelle cappelle, vero che il Cimitero alle 16 in inverno chiude ma per chi si attarda l’unica luce a disposizione è quella fornita dai lumini dei defunti” scrivono i consiglieri del Movimento cinque stelle che riportano come la cittadinanza abbia in più occasioni denunciato furti di suppellettili in bronzo, ferro e rame.

Il Movimento cinque stelle chiede conto anche dei controlli “da parte di chi ha affidato il servizio”. Frongia infatti al sindaco chiede se “siano state effettuate verifiche negli ultimi cinque anni e gli esiti delle stesse, essendo lo stato di abbandono di alcune zone verosimilmente databile ad un'epoca antecedente”. Il consigliere pentastellato chiede inoltre se si conoscono “i nominativi dei componenti della Commissione di Controllo prevista dal Contratto di servizio e le “sanzioni applicate alle inadempienze evidenziate”. L'interrogazione guarda anche al futuro chiedendo se l'amministrazione sta predisponendo gli atti per rinnovare il Contratto di Servizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento