Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Cimitero Flaminio, infiltrazioni e verde incolto. Ama se la prende con gli utenti: “Sporcano”

Numerose le segnalazioni dei visitatori sulle condizioni di giardini e parte degli edifici del cimitero di Prima Porta: "Sembra una giungla, cerchiamo tombe con la bussola". Ama si difende: "Impegno costante per assicurare fruibilità e decoro"

foto: Comitato Tutela Cimiteri Flaminio-Prima Porta, Verano, Laurentino

Una parte delle tombe a terra completamente ricoperte dal verde selvaggio, talmente incolto da rendere le lapidi quasi irraggiungibili. “Una giungla” - commenta l’esponente della Lega, Fabrizio Santori. “La Raggi? Qualcuno l’ha vista? Al consiglio straordinario sul caos dei cimiteri non c’era. Forse si è persa nella jungla del Cimitero Flaminio. Guardate qui - scrive postando sui social un video da Prima Porta - lo scandalo della gestione dei cimiteri romani arrivati a un degrado vergognoso”. 

Cimiteri di Roma, oltre la crisi del sistema anche incuria

Non va meglio in alcuni degli edifici che ospitano i loculi. Intonaco staccato, guano, pavimenti zuppi d’acqua e dunque a rischio scivoloni, fontanelle fuori uso e cestini stracolmi di piante secche. L’incuria che si aggiunge alla crisi dell’intero sistema dei cimiteri capitolini: sepolture e cremazioni a rilento, depositi pieni. Gli ampliamenti promessi, indicati come necessari già anni fa, così come il potenziamento delle linee crematorie, non sono mai arrivati. Resta lo sfacelo. Ama, con pure il personale a ranghi ridotti, rincorre l’emergenza e punta tutto su nuove assunzioni (20 operatori cimiteriali e 5 amministrativi) e sugli investimenti. Il Comune ha già dato 2,7 milioni di euro, la municipalizzata presenterà entro maggio un piano da 55 milioni. Nel frattempo, assicura, lavora su manutenzione, verde e sicurezza. 

Cimiteri capitolini, il lavoro di Ama su decoro e sicurezza

“Ama è costantemente impegnata in interventi volti ad assicurare fruibilità e decoro ai visitatori del Cimitero Prima Porta-Flaminio, così come anche degli altri 10 cimiteri della Capitale che si estendono complessivamente su una superficie di circa 300 ettari. In tutte le strutture, - fa sapere la Municipalizzata - le attività di sfalcio e cura del verde seguono programmazioni periodiche. Come da prassi, da già dall’inizio di questo mese, tali interventi sono stati intensificati e andranno avanti per tutto il mese di giugno”. 146 poi le telecamenre che garantiscono la “sicurezza”, altro tasto dolente soprattutto al Flaminio spesso teatro di furti e scippi. “Fenomeni di microcriminalità che nel 2021 sono stati quasi del tutto azzerati” - sottolinea Ama. 

Cimitero Flaminio, non solo salme in attesa: “Sporcizia e degrado, è in condizioni indecenti” 

Cimiteri, ora Ama se la prende con i romani: "Spesso sporcano"

Poi il richiamo alle responsabilità dei visitatori che sa tanto di rimprovero. “Va infine ricordato che in tutti i cimiteri Ama interviene regolarmente con attività di pulizia e lavaggio nelle parti comuni, mentre ai singoli cittadini spetta la manutenzione delle tombe/loculi affidati in concessione. Purtroppo - scrive l’azienda - si registrano spesso comportamenti scorretti da parte di utenti che sporcano e gettano acqua negli spazi comuni”. 
 
Repentina la risposta del Comitato Tutela Cimiteri Flaminio-Prima Porta, Verano, Laurentino. “Incolpare i cittadini di comportamenti scorretti è assurdo, addirittura getterebbero acqua nelle parti comuni...quale acqua? Quella che non esce da anni da fontanelle asciutte o quella portata da casa anche per pulire le lapidi dagli escrementi di animali? Un atteggiamento scorretto, puerile, a tratti poco intelligente anche e soprattutto alla luce di tutto quello che hanno dovuto subire in questi anni tra degrado, promesse mancate, disservizi, attese estenuanti, sequestri di depositi, e chi più ne ha più ne metta”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimitero Flaminio, infiltrazioni e verde incolto. Ama se la prende con gli utenti: “Sporcano”

RomaToday è in caricamento