Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

Ciampino: cambio di maggioranza, entra anche l'UDC

Il mutato assetto politico, che ha visto le forze di centro sinistra allearsi in più occasioni con l’UDC, ha portato i partiti che compongono l’attuale maggioranza del comune di Ciampino ad intraprendere un accordo che ha portato il partito di Casini ad entrare in giunta.

Il mutamento delle alleanze a livello nazionale che vedono una vicinanza sempre più stretta tra il Partito Democratico e l’UDC in diverse occasioni ha portato ad un cambio dell’assetto della maggioranza del Comune di Ciampino. Con un accordo tra i diversi partiti al governo l’UDC entra in giunta con due assessori. Un ennesimo cambiamento alla guida della cittadina che segue la decisione di Rifondazione Comunista di uscire alcuni mesi dalla giunta ciampinese.

Il sindaco di Ciampino Walter Enrico Perandini spiega e commenta così la decisione della sua squadra comunale di allargarsi verso il partito di Casini: “Con l’impegno attuale si definisce un progetto che non si limita al governo di Ciampino fino al termine di questa consiliatura, ma che getta le basi per un impegno comune nel futuro governo della Città”.

A seguito di ciò, i due nuovi assessori nominati sono stati Mario Enrico Ponzi, che ha rassegnato le dimissioni da consigliere comunale ricevendo la delega alla viabilità, e Gabriella Sisti che è il nuovo assessore al personale e ai rapporti istituzionali.

La nuova maggioranza di Ciampino però non trova concordi gli organi dell’UDC sovracomunali e dura è stata la reazione del segretario regionale Luciano Ciocchetti, che in una nota di stampa usa parole di condanna: “La  scelta dell'Udc di Ciampino di entrare nella maggioranza guidata dal sindaco Perandini  è sbagliata e non condivisibile, frutto di decisioni che rispecchiamo meri interessi personali con nessuna logica politica. Mi chiedo quale coerenza ci possa essere in chi guida l'Udc a Ciampino e che si è presentato  come candidato sindaco del centrodestra alle ultime elezioni comunali. Quanto deciso dall’Udc di Ciampino rappresenta una pericolosa e grave forzatura della linea politica  fin qui portata avanti sia a livello nazionale che regionale, con l’aggravante che rischia di rendere l'Udc un partito anarchico.”
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciampino: cambio di maggioranza, entra anche l'UDC

RomaToday è in caricamento