Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Sospensione Christian Rosso, Atac va avanti: "Aspettiamo la versione del dipendente"

L'azienda capitolina ha comunicato in una nota: "Il procedimento prosegue perchè non è diverso rispetto ad altri". Giovedì l'assessore Esposito aveva incontrato Rosso criticando la scelta di Atac

Nessun passo indietro da parte di Atac in merito alla sospensione a tempo indeterminato di Christian Rosso, l'autista dei bus raggiunto da un provvedimento disciplinare per aver denunciato in un video, diventato in poco tempo molto visitato sul web, "perchè i bus arrivano in ritardo". E' la stessa azienda capitolina ha comunicarlo in una nota: "Prosegue, come previsto dalle norme giuslavoristiche e da quelle contrattuali, il procedimento a carico di un dipendente che nei giorni scorsi ha violato le norme previste da codici e regolamenti aziendali". 

Per Atac il provvedimento verso Christian Rosso non è diverso rispetto a quello che ha raggiunto altri dipendenti: "Non ha elementi di straordinarietà rispetto ad altri che l'azienda ha attivato in passato nei confronti di dipendenti per fattispecie analoghe e che quindi è del tutto coerente con i rilievi verificati e con casi simili". Gli ultimi casi si sono verificati poche settimane fa quando, nel bel mezzo del caos trasporti, Atac aveva comunicato di aver sospeso una decina di dipendenti. 

Mediaticamente però la sospensione di Rosso ha fatto molto rumore. In piazza: mercoledì oltre un centinaio di autisti ha protestato manifestando solidarietà al collega. E in Campidoglio arrivando a sollevare anche il disappunto del neo assessore ai Trasporti Stefano Esposito che ieri mattina ha incontrato di pesona il lavoratore. "E' una scelta che avrei evitato di fare" il commento dell'assessore che però ha continuato a precisare: "Sarò sempre rispettoso dell'autonomia dell'azienda". E infatti, nonostante la posizione dell'assessore avesse fatto sperare in un'apertura, la posizione di Atac è ferma. 

Conclude la nota: "L'azienda sottolinea che non appena giungeranno da parte del dipendente le controdeduzioni previste dalle procedure vigenti, provvederà - come previsto - ad incontrarlo per il necessario contraddittorio e per le conseguenti valutazioni. In quella sede, l'azienda ascolterà il dipendente traendo le proprie conclusioni sempre nel rispetto delle normative di legge e di contratto in vigore, dove, in particolare, è previsto che la sanzione sarà adottata solo al termine del procedimento in atto.

IL VIDEO INCRIMINATO

In una nota il segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino, il responsabile della Cisl di Roma Mario Bertone e il segretario generale della Uil di Roma e del Lazio Alberto Civica hanno chiesto ad Atac di revocare il provvedimento: "Chiediamo ad Atac che revochi il provvedimento di sospensione emesso nei confronti dell'autista Christian Rosso, un provvedimento davvero troppo pesante. Qualora l'azienda dovesse persistere in un simile atteggiamento, considerata anche la gravità del contesto che vive la mobilità cittadina, il sindacato agirà di conseguenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospensione Christian Rosso, Atac va avanti: "Aspettiamo la versione del dipendente"

RomaToday è in caricamento