Politica Infernetto / Via Ennio Porrino

Residence, chiusa la struttura di via Porrino: 20 famiglie trasferite

La struttura era gestita dalla Domus Caritatis e costava al Comune 390 mila euro all'anno. Quello dell'Infernetto è il terzo centro chiuso dall'inizio del 2015

È avvenuta nel bel mezzo del terremoto giudiziario e politico di mafia capitale la chiusura del terzo residence comunale destinato all'emergenza abitativa. Si tratta della struttura di via Ennio Porrino, in zona Infernetto, nel X municipio, gestita dalla cooperativa Domus Caritatis. Ad annunciarlo l'assessore alle Politiche Sociali di Roma Capitale Francesca Danese, intervenendo ad una conferenza organizzata da Cittadinanzattiva Lazio.

Il centro costava all'amministrazione comunale 390 mila euro all'anno. Come informano dall'assessorato alle Politiche Abitative con ognuna delle venti famiglie che ci abitavano è stato concordato preventivamente un percorso alternativo e ognuna ha trovato una nuova collocazione abitativa. 

Continua così il percorso dell'amministrazione capitolina verso una completa chiusura dei residence, tecnicamente Caat: Centri per l'assistenza alloggiativa temporanea. Un costo insostenibile che pesava sulle casse capitoline circa 40 milioni di euro all'anno, hanno più volte spiegato dall'amministrazione Marino che ha così deciso di chiudere con la stagione dei residence. “Cambieremo le politiche abitative di questa città” ha commentato l'assessore.

Nuove chiusure erano quindi attese. All'inizio di maggio la stessa Danese aveva annunciato nuovi passi avanti: “Presto dovrebbero essere chiuse altre 2 strutture e il risparmio salirà, in pochi mesi, a 3 milioni di euro”. A breve, quindi, un quarto centro chiuderà i battenti. 

Inoltre ha annunciato l'assessore: “Bisogna restituire alla città gli immobili indebitamente occupati, in alcuni casi da chi ha altre proprietà e più di 100mila euro in banca” ha inoltre annunciato l'assessore. Secondo quanto si apprende il Campidoglio ha infatti aumentato i controlli per accertare la situazione patrimoniale di quanti abitano in strutture comunali scoprendo delle irregolarità. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Residence, chiusa la struttura di via Porrino: 20 famiglie trasferite

RomaToday è in caricamento