rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Politica Morena / Via del Fosso di Sant'Andrea

Chi era Armando Guerci a cui verrà intitolata una piazza di Roma

Il cittadino, venuto a mancare nel 1999, ha lasciato un ricordo importante nel territorio in cui ha vissuto

Un largo dedicato a Don Giuseppe Diana, un viale a Piersanti Mattarella. Ma tra le proposte d’intitolazione che la commissione toponomastica ha deciso di approvare, ce n’è anche una destinata ad una persona sicuramente meno nota ma che, a livello territoriale, è ugualmente apprezzata. E’ il caso Armando Guerci, non un nome qualunque per chi abita la periferia sudest della Capitale.

Un nome importante per il suo territorio

“Guerci non sarà conosciuto in tutta la città, ma è stato una figura sicuramente importante per Centroni, un quartiere sorto in maniera disordinata per il quale si è battuto, cercando di farvi arrivare tutti quei servizi di cui era sprovvisto. Per questo – ha commentato Francesco Laddaga – come municipio VII abbiamo perorato la richiesta giunta dal comitato di zona”. Richiesta che era stata condivisa, senza successo, anche dalla precedente amministrazione.

Il fondatore del comitato di quartiere

Chi era Guerci? “Ha fondato il comitato di quartiere di Centroni, molto tempo prima che ne divenissi presidente io” si è schermito Emiliano De Santis, il neo presidente del CdQ “pertanto di fama lo conosco, lo conosciamo tutti. Ma quando è deceduto, nel dicembre del 1999, io avevo appena 15 anni”. Prima di passare a miglior vita, Armando Guerci si era impegnato a fondo per il proprio territorio.

Venti anni di battaglie per il quartiere

“Il comitato di quartiere l’aveva fondato nel 1981 e vi era rimasto fino alla fine – ha raccontato Lino Napolitano che, con Guerci, ha condiviso quasi 20 anni di attività nel territorio – Centroni è un quartiere sorto abusivamente qualche anno prima del Piano regolatore del 62. Si trova più a Grottaferrata che a Roma e, per tanto tempo, chi vi abitava aveva dovuto fare a meno di tanti servizi. Armando si è battuto in prima persona per realizzare quelle opere primarie che mancavano, dalle fognature all’allaccio idrico, visto che per tanti anni l’utilizzo dell’acqua è stata legata alla disponibilità dei pozzi”.

La scuola inaugurata con Vetere

Dipendente Alitalia, sindacalista CGIL, Armando Guerci aveva preso a cuore un territorio che a distanza di tanti anni sta dimostrando di non averlo dimenticato. “Con lui ricordo perfettamente che abbiamo raggiunto tanti obiettivi importanti, come  l’inaugurazione della scuola Gianni Rodari, avvenuta alla presenza del sindaco Vetere– ha ripreso a raccontare il signor Napolitano – ma potrei citare anche il lavoro fatto per portare il trasporto pubblico o ancora per far completare le strade di Centroni”. A 24 anni dalla scomparsa, l’amministrazione cittadina ha deciso di seguire l’input arrivato da chi quel quartiere dove Guerci aveva vissuto con la moglie Assunta ed i suoi figli. E così, a breve, verrà realizzata una targa, da sistemare in un piazza che ne conserverà per sempre il ricordo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi era Armando Guerci a cui verrà intitolata una piazza di Roma

RomaToday è in caricamento