Politica

Centurioni vietati, arriva la prima multa da 400 euro: "Farò causa"

E' il primo effetto dell'ordinanza firmata dal commissario Tronca che vieta l'attività di centurioni e risciò. La denuncia su Radio Cusano Campus: "La multa non la pago, sono pronto a farmi arrestare"

400 euro di multa. E' quanto dovrà pagare il primo centurione multato dopo che ieri il commissario capitolino Francesco Paolo Tronca ha firmato un'ordinanza che vieta l'esercizio alla loro attività e a quella dei risciò. La notizia viene diffusa dai microfoni di Radio Cusano Campus: "Farò ricorso, stavolta andrò fino in fondo, sono pronto a farmi arrestare" lo sfogo. 

L'uomo ha attaccato l'operazione decoro voluta dal prefetto: "E' vergognoso quello che sta accadendo" ha affermato il centurione "vi mando le foto del verbale che mi hanno fatto, accompagnato anche dal sequestro del completo che uso per lavorare. Se la prendono con noi perché siamo bersagli semplici da colpire mentre agli abusivi veri come quelli che vendono aste per i selfie, oggetti vari e rose non fanno nulla" ha denunciato. "E' pieno di mimi e di ambulanti abusivi ma a loro non è stato detto nulla. Chiediamo da tempo di regolamentare la nostra professione. Oggi ho subito un'ingiustizia, la multa non la pago e ripeto, questa volta andrò fino in fondo, sono pronto a farmi arrestare. Ho già chiamato il mio avvocato". 

Il divieto, ha spiegato ieri il Campidoglio "si impone ai fini della tutela della sicurezza urbana – in quanto i soggetti dediti a tali attività agiscono frequentemente con modalità inopportune, insistenti e talvolta aggressive – e del decoro del patrimonio artistico, storico e monumentale della città". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centurioni vietati, arriva la prima multa da 400 euro: "Farò causa"

RomaToday è in caricamento