menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro Carni: smentito l’arrivo di Amazon, si fa largo l’ipotesi di un “Hub della logistica”

Commissione urbanistica fa chiarezza sul centro carni. Ass. Lemmetti: “Non ci risultano manifestazioni d’interesse di grandi aziende”

Il futuro del Centro Carni necessita di maggiore chiarezza. La struttura dal 2009 è un asset di Ama. Il suo valore però nel corso degli anni ha subito una profonda svalutazione, passando da 131 milioni stimati nel 2010 agli attuali 23,65. Vale così poco che si teme possa essere svenduto a qualche multinazionale. 

Il paventato arrivo di Amazon

Per conoscere quale sia il futuro dell’area, che si estende per 23 ettari sulla Palmiro Togliatti, 4 consiglieri del M5s (Donatella Iorio, Marco Terranova, Enrico Stefàno ed Angelo Sturni) hanno chiesto la convocazione d’una commissione urbanistica. Anche perchè, ha ricordato il consigliere Terranova, qualche organo di stampa ha riportato l'ipotesi “che Amazon potrebbe renderlo uno dei suoi centri di immagazzinamento e distribuzione”. E questo sul piano della concorrenza, si legge nel resoconto della commissione pubblicato da DirettamenteRoma, “potrebbe avere conseguenze  pesanti per il commercio romano”.

La smentita del Campidoglio

L’ipotesi però è stata smentita dall’assessore Gianni Lemmetti che ha comunicato alla commissione Urbanistica due importanti notizie. La prima riguarda il fatto che “Non e' stata promossa alcuna manifestazione di interesse formale da parte di grandi società”. Dichiarazione confermata anche dal collega di Giunta Luca Montuori. L’altra notizia riguarda la recente conclusione d’una cabina di regia avviata nel 2017 per decidere il destino del Centro carni.

L'hub della mobilità, il progetto che piace alla Giunta

“L'amministrazione ha elaborato un progetto con l'Università La Sapienza per la costituzione di un hub logistico, energetico e di gestione dei materiali, diviso per step. Nel senso che ci sono diverse superfici analizzate e prevedono, dentro la progettazione, il mantenimento del Centro Carni, senza quindi considerare lo spostamento degli operatori presso il Centro Agroalimentare di Guidonia". Un hub della mobilità e del riciclo da realizzare su una parte della struttura, vale a dire 97mila mq. Opzione, quindi, che consentirebbe di non smantellare il Centro Carni. Un progetto che piace alla Giunta Raggi al punto d'averlo  inserito nella richiesta di Roma Capitale per il finanziamento del Recovery plan.

Dalla logistica al riciclo

L'hub logistico dovrebbe diventare un centro di smistamento per le merci destinate al Centro storico e, più in generale, all'area interna delimitata dalle Mure Aureliane. All'interno del Centro carni verrebbe allestito anche un hub energetico con impianti fotovoltaici in grado di produrre energia elettrica da fonte rinnovabile, utile alla ricarica dei veicoli da trasporto ed allo stoccaggio di energia per utilizzi alternativi. Infine lo spazio verrebbe utilizzato per creare anche un  "hub del riciclo" per lo stoccaggio e lo smaltimento ecosostenibile di tutti gli imballaggi e dei contenitori trattati dall' hub logistico.
 
In assenza di proposte da parte di grandi operatori, l’ipotesi di valorizzazione di questo asset pubblico, dovrà essere vagliata dall’Assemblea capitolina a cui, solo il 18 marzo, sono stati inviati i risultati del lavoro condotto dalla cabina di regia. C’è un altro scenario che, stante la pesante svalutazione avvenuta in questi anni, potrebbe caratterizzare il futuro del mattatoio di via Palmiro Togliatti.

Il diritto di prelazione 

"La smentita di Lemmetti su Amazon ci tranquillizza, ma noi - ha dichiarato Fabio Forti, presidente dell'Associazione Centro Carni Roma - abbiamo la prelazione per acquistare il Centro Carni e a 24 milioni ce lo possiamo permettere". Se Roma Capitale dovesse decidere di rinunciare al suo asset, dove lavorano 1200 persone, potrebbero essere proprio loro a riscattarlo. Non sembra, per ora, l’ipotesi più plausibile. Al Campidoglio il compito di sciogliere i nodi sull’importante struttura comunale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento