Centoventi locali scrivono a Raggi: "Le nostre dieci richieste per ripartire"

Ristoranti, cocktail bar, pub, caffetterie lanciano un grido d'allarme: "Con noi rischiano di spegnersi interi quartieri". Subito un tavolo

"Per ora siamo centoventi, ma giorno dopo giorno aumentiamo. Tutti con gli stessi problemi, tutti con le stesse paure". Su tutte quella di non riaprire e di vedere sfumare investimenti, progetti, ma soprattutto sogni. A parlare è Marco Zampilli proprietario di Ru.De, locale di Centocelle tra i tanti che in questi giorni hanno deciso di lanciare un appello alla sindaca Raggi, all'assessore alle llo Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro Carlo Cafarotti e a Luca Bergamo, assessore alla Cultura. 

Si tratta di una rete di locali che si autorappresenta, non aggregata sotto le classiche sigle di categorie. Insieme ci sono locali storici e aperti da poco, gestiti da giovani o da vere e proprie istituzioni della categoria, di periferia come del centro. Tutte con la passione per questo lavoro e che in questi giorni si stanno trovando a fare i conti con la crisi generata da quest'emergenza. Potranno riaprire dal 18 maggio e dal 4 sarà possibile il take away. Qualcosa, ma non basta e non solo da un punto di vista economico.

"In questi giorni", racconta Marco, "sto pulendo il locale ed è commovente vedere tante persone che si fermano a chiedermi quando riapriamo. Locali come i nostri per i quartieri rappresentano un faro, una rivalutazione. Vederli chiusi significa spegnere i quartieri". Anche per questo è necessario ripartire e per farlo cento venti tra ristoranti, cocktail bar, pub, caffetterie hanno sottoscritto un appello con delle richieste specifiche. Dieci punti per ripartire, perché oggi alzare la serranda è diventato pericoloso perché significa rimettere in moto il meccanismo di spese che sta dietro ad ogni attività.  

Si legge nella lettera: "vi chiediamo quindi di aprire un tavolo di discussione condiviso e di voler prendere in considerazione le seguenti prime proposte che auspichiamo possano essere utili nella stesura delle linee guida future di gestione dell’emergenza". 

  • Maggiore elasticità sugli orari di chiusura, consentendo ai locali una proroga temporanea alla somministrazione, sospendendo eventuali ordinanze estive.
  • Aumentare i controlli riguardanti le vendite di distillati e birre nei supermercati e nei minimarket dopo le 18.
  • Politica di agevolazione contributiva per le imprese.
  • Implementare la proposta sull’ampliamento del suolo pubblico consentendo, ove consentito dal suolo pubblico antistante, la concessione gratuita a chi ne richiedesse l’ausilio per tutto l’anno corrente;
  • Concessioni di suolo pubblico a tutti quei locali che ne vorranno usufruire ove possibile.
  • Revisione dei costi di energia e utenze.
  • Maggiore elasticità nei controlli, costituendo un meccanismo di monitoraggio che aiuti l’esercente ad attuare le norme e che utilizzi l’ammenda come strumento ultimo dopo i richiami.
  • Semplificazione delle normative sul delivery e sull’asporto per mettere nelle condizioni tutti di poter aderire allargando le proprie possibilità di vendita.
  • Scorporo delle tassa AMA per i mesi di mancato esercizio.
  • 1Contributo a fondo perduto per le spese sostenute per l’acquisto di presidi di protezione obbligatori per il personale (mascherine, guanti monouso, ecc.) e per tutto ciò che sarà necessario per adeguarsi alle nuove normative (plexiglass, parafiato, apparati disinfezione ecc.) Garanzia di approvvigionamento a prezzo equo dei sopracitati materiali.

"Le parliamo da cittadini italiani", si legge ancora nella lettera,  "ma anche da imprenditori rispettosi delle regole che non vogliono né licenziare né chiudere le loro attività. Ci troviamo nella stessa condizione comune: vogliamo tutti fare la nostra parte per ripartire. Lo vogliamo fare in sicurezza, tutelando i nostri clienti e al contempo vogliamo proteggere i tanti posti di lavoro che il nostro settore ha generato negli ultimi anni, consapevoli che la ripresa sarà difficile ma sarà possibile solo se la affronteremo insieme. Chiediamo solo di poter discutere condizioni idonee a permetterci di riaprire e di farlo con serenità e passione. Con l’obiettivo comune di continuare a costruire una città migliore, per tutti".

Di seguito tutti i locali che hanno sottoscritto l'appello 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


1) RU.DE.
2) MABE
3) CIRCOLO ARTENOIZE
4) THE GIPSY BAR
5) ASS.CULT. BFolk
6) DOPO TUTTO
7) CHERUBINI CAFFÈ
8) PUNCH
9) ASS.acr CIRCOLO BARBIERE
10) APT
11) HUNTING CLUB & co
12) MAKAKO KIOSKO
13) PASTICCERIA CAFFÈ ZAMPILLI
14) KIAMÌ
15) BEERSTYLE
16) NABI HAPPINESS FACTORY
17) EMPIRE
18) L’IMPERO DEL GELATO
19) HÈCO
20) BLIND PIG
21) ARGOT
22) ARGOT PRATI
23) PINSA STREET
24) PARTY IN BOTTLE SRL
25) F.D.P. BAR CATERING
26) CORE CENTOCELLE
27) CO.SO COCKTAIL & SOCIAL
28) OSTERIA ROMANA LA FOGLIETTA
29) MAD HOP
30) SBANCO
31) UMAMI
32) HOP & PORK
33) EPIRO
34) EUFROSINO
35) A ROTA
36) BARLEY WINE
37) NATURAL BORN DRINKERS
38) JIGGER BISTROT
39) VERSATILE
40) BUNKER KITCHEN
41) SPIRITO
42) BARRED
43) CENTRO
44) BAR GIORDANA
45) LODI STATION
46) CREUZA DE MA
47) ZIWATANEO REDEMPTION PUB
48) OLD TIME
49) RIOT
50) JOHN SILVER WB
51) GOSH
52) BE’ER SHEVA
53) VINO AL VINO
54) NO BETTER PLACE
55) SAZERAC CAFE
56) DEPERO
57) THE WANDERER
58) OSTERIA AURELIA
59) MALTO MISTO SRL
60) BOTTEGA VISCONTI
61) IL CAFFETTAIO MATTO
62) MEZZO VERMOUTERIA
63) TASTE GOOD
64) ALKIMIA ROMA
65) TALE
66) ANGELINA TESTACCIO
67) ANGELINA PORTO FLUVIALE
68) ENOTECA CHIARA
69) REVERIE
70) CAPOVERDE
71) FRESH AND FRIEND
72) PIMM’S
73) RED’S CAFÈ
74) VESPER
75) CARPE DIEM
76) MONTE
77) BLUES OPEN
78) SESTIO CAFÈ
79) SORANNIBALE
80) KRAM 
81) MERCAT
82) ANTICA CAFFETTERIA CRELLI 
83) METROPOLITA 
84) KUBLA KHAN 
85) BRADO
86) FLAIR BARTENDER SCHOOL
87) IL TAGLIAGRANA
88) ENOTECA DEL FRATE
89) PACHAMAMA BEACH BAR
90) 100% BIO
91) ROSSO EAT, DRINK AND STAY
92) BOCAMORA
93) FRENI E FRIZIONI
94) JERRY THOMAS PROJECT
95) LA PUNTA
96) LATTA
97) DRINK KONG
98) LATTERIA GARBATELLA
99) EL CHIRINGUITO LIBRE
100) TABACCHERIA CLANDESTINA
101) IL CANNOLO SICILIANO
102) MONTE STREET BISTROT
103) RINO MONTESACRO
104) COMÒ BISTROT
105) BOOTLEG
106) METÀ
107) TWENTY
108) MALTOMATTO
109) ANCHIMÒ
110) LA SHIACCIATERIA DEI MALEDETTI TOSCANI
111) DONDOLO
112) CAFE FUNARI
113) HELP! PUB
114) TRAM DEPOT TESTACCIO
115) TRAM DEPOT TALENTI
116) MANCIO
117) PARCO LABIA
118) CONDOMINIO MARCONI
119) IMPASTO ZERO
120) HOPSIDE
121) FLAIR PROJECT

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento