Politica

A Castelporziano al via la sesta edizione del centro estivo per disabili

Dal 5 luglio fino al 3 settembre resterà aperto per la sesta edizione il centro estivo diurno per disabili nella Tenuta Presidenziale di Castelporziano

Foto d'archivio

A Castelporziano presso la Tenuta Presidenziale è in corso la sesta edizione del centro estivo diurno per disabili.

Le attività del centro sono iniziate lunedì 5 luglio grazie al protocollo di intesa firmato tra la Presidenza della Repubblica, la Regione Lazio e Roma Capitale. Il centro estivo resterà aperto fino a venerdì 3 settembre, al termine delle nove settimane previste. 

Il centro estivo 

 Roma Capitale ha organizzato sei gruppi per l'iniziativa che sono stati individuati presso le case famiglia per persone con disabilità. Ciascun gruppo, formato da circa 15 persone, inclusi responsabili e accompagnatori, frequenterà il centro estivo per una settimana, dal lunedì al venerdì.

Durante la permanenza presso il centro estivo sarà possibile accedere gratuitamente alle strutture e ai servizi balneari del Circolo dei dipendenti del Quirinale, compresa la consumazione dei pasti.

I commenti

La sindaca di Roma Virginia Raggi che ringrazia la Presidenza della Repubblica, sottolinea come sarà garantita ai cittadini più fragili la possibilità di trascorrere un tempo di riposo in un contesto meraviglioso come la Tenuta di Castelporziano, rispettando tutte le misure di sicurezza sanitaria. L’inquilina del Campidoglio precisa che sarà una bella occasione per divertirsi e socializzare.

Sulla stella line anche l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Veronica Mammì che afferma come il centro estivo sia “un esempio dell’azione per la qualità della vita di ogni cittadino”.

"La firma di questo Protocollo d’Intesa è un passo molto importante nel percorso di ripartenza che la Regione Lazio insieme a tutte le Istituzioni sta avviando in un momento così difficile e complesso che ci richiede costantemente di essere presenti, soprattutto nei confronti delle persone più vulnerabili - le parole del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti -. L’accordo siglato con la Presidenza della Repubblica rappresenta un segno tangibile volto a favorire l’integrazione dei disabili e delle loro famiglie, un’occasione in più per riconquistare momenti di comunità. Oggi stiamo mettendo in sicurezza la popolazione del Lazio grazie alla campagna di vaccinazione anti Covid che corre veloce, il 45% dei cittadini della regione ha completato il ciclo vaccinale ed entro il mese di agosto arriveremo al 70%. Questi dati sono importanti perché ci permettono di poter riprendere attività come quella messa in campo con il Protocollo che avevano avuto una battuta d’arresto, ma soprattutto ci proiettano di nuovo nel futuro". 

“La firma del Protocollo con la Presidenza della Repubblica e il Comune di Roma rinnova un’importante collaborazione a livello istituzionale, un’intesa dal carattere sociale che mette in campo un sostegno concreto e gratuito per le persone più vulnerabili e per i loro famigliari - commenta l’assessore alle Politiche Sociali, Welfare, Beni Comuni e Asp, Alessandra Troncarelli -. Con questo intervento consentiamo grazie alla sensibilità e alla disponibilità della Presidenza della Repubblica una ripartenza effettiva e aiutiamo le persone più fragili a riappropriarsi di spazi di aggregazione e socialità che sono stati limitati a causa dell’emergenza sanitaria. Questo intervento testimonia il costante lavoro da parte della Regione Lazio per non lasciare nessuno indietro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Castelporziano al via la sesta edizione del centro estivo per disabili

RomaToday è in caricamento