Tenuta Castel di Guido, anche RomAgricola boccia la gestione capitolina: “E' in stato di abbandono"

Il coordinamento di aziende agricole romane punta l'indice contro la conduzione comunale dell'azienda agricola: "30 anni fa lì lavoravano 120 persone, oggi ne sono rimaste solo 13"

Uno dei casali inutilizzati della tenuta agricola di Castel di Guido

La bocciatura della Regione è stata netta. Secondo l’ente governato da Nicola Zingaretti, la conduzione comunale dell’azienda agricola di Castel Di Guido “non assicura la giusta valorizzazione dei fondi agricoli, del patrimonio boschivo, dei fabbricati e delle infrastrutture agricole”. E per questo è necessario trovare un nuovo gestore.

La versione del Comune

L’idea di cercare un nuovo concessionario, non è stata accolta di buon grado dal CAmpidoglio. Secondo il presidente della commissione Ambiente Daniele Diaco, “Castel di Guido é un patrimonio agricolo sapientemente gestito da Roma Capitale da oltre 40 anni”. E la bontà della conduzione comunale, sempre secondo il pentastellato, poggia su tre elementi portanti: “la valorizzazione della biodiversità; la tutela dell'ecosistema; la creazione e il consolidamento di un'economia di tipo circolare”.

La bocciatura della Regione

La descrizione che il presidente della commissione Ambiente fa della gestione capitolina, non è stata condivisa dalla Regione. La Giunta Zingaretti lo ha messo nero su bianco in un’apposita delibera. Ed il nuovo bando di assegnazione, a cui il Campidoglio chiede di rinunciare, è figlia di questa valutazione. Ma non c’è solo la Regione a bocciare la conduzione comunale di Castel di Guido.

Il j'accuse di RomAgricola

Anche RomAgricola, il coordinamento che raggruppa cooperative  come Agricoltura Nuova, Cobragor, Il Trattore, Coraggio, Capodarco, Mistica e fattorie Sociali, ha dimostrato di non apprezzare la gestione capitolina dell’azienda. “Fino a trentacinque anni fa a Castel di Guido lavoravano 120 persone, si produceva carne, si vendeva e grazie ad un caseificio si  trasformava il latte e c’era anche un punto vendita. Oggi - ha fatto notare Matteo Amati, portavoce di RomAgricola - sono rimasti 13 lavoratori e circa 50 vacche. L’azienda versa in condizioni di abbandono che causano perdite ingenti, di circa 2 milioni di euro l’anno”.

Sì al bando

Al di fuori del Campidoglio, quindi, sono pochi gli estimatori dell’attuale gestione. “Noi siamo favorevoli alla realizzazione di un bando per riassegnarne la gestione - ha riconosciuto Amati che, con RomAgricola e diverse decine di persone, sabato 17, si è recato a Castel di Guido per confrontarsi sul destino dell’azienda - non siamo d’accordo invece sulle modalità che la Regione ha scelto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

No alle svendite

Per le cooperative che fanno parte di RomAgricola il bando regionale, ancorchè auspicabile, andrebbe comunque ripensato. “Non vogliamo si arrivi ad uno spacchettamento, tra aree boschive e colture, nè alla svendita degli immobili presenti. La forza di Castel di Guido è l’unità in assenza della quale si andrebbero a disperdere le potenzialità dell’azienda”. C’è un patrimonio enorme da gestire. Sul piano agricolo, su quello storico archeologico (nella tenuta c’è un museo in cui sono custoditi reperti fossili e zanne di mammut) ed anche dal punto di vista della biodiversità. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Coronavirus, a Roma 12 nuovi casi: sono 38 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 agosto

  • In fila alle Poste mostra i genitali all'impiegata: "Ora ti faccio vedere io il documento"

  • Incendio a Roma sud, fiamme raggiungono il parco degli Acquedotti: interrotta la linea ferroviaria

  • Il padre provava a venderlo in spiaggia, la mamma lo porta via dall'ospedale senza autorizzazione

  • Coronavirus: a Roma 31 nuovi casi, altri sette nel resto della regione Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento