Politica

Cassaintegrati Alitalia in sit in al consiglio della Regione Lazio

Dalla Filt Cgil: "Sono circa 4000, di difficile ricollocamento. La manovra del governo Monti, colpirà soprattutto gli ultra cinquantenni"

Un gruppo di cassaintegrati dell'Alitalia manifesta davanti al consiglio della Regione Lazio. Davanti alla Pisana, Guido e Marco, due 'capo-cabina' reggono insieme ad altri manifestanti uno striscione con su scritto 'Comitato Cassaintegrati Alitalia' e affermano: "All'Alitalia ci sono 4500 cassaintegrati senza futuro". "Occorre garantire la tutela del reddito a questi lavoratori che non potranno essere accompagnati alla pensione - sostiene Malta -, mettendo in atto dei percorsi formativi per il loro ricollocamento". "Dei 4500 cassaintegrati Alitalia - gli fa eco Roberto Valenti del comitato - 2000 non hanno i requisiti pensionistici e gli altri 2500 rischiano di perderli con il decreto Fornero. Siamo qui per chiedere alla Regione Lazio di riaprire la vertenza al ministero del Lavoro".


Spiega Maurizio Falta della Filt Cgil Roma e Lazio durante il sit-in: "Al momento i cassaintegrati dell'Alitalia in amministrazione straordinaria sono circa 4000, di difficile ricollocamento - afferma Maurizio Malta della Filt Cgil Roma e Lazio durante il sit-in -. La manovra del governo Monti, colpirà soprattutto gli ultra cinquantenni, che al termine della mobilità avranno almeno 7, 8 anni senza reddito prima di poter accedere alla pensione a 66, 67 anni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassaintegrati Alitalia in sit in al consiglio della Regione Lazio

RomaToday è in caricamento