Sabato, 20 Luglio 2024
Politica

Il caso De Angelis imbarazza il centrodestra in Regione. Meloni furibonda e il diktat sul silenzio

Le dichiarazioni dell'ex Terza Posizione sulla strage di Bologna hanno scatenato la bufera politica. Una parte della maggioranza alla Pisana attende le dimissioni: Rocca temporeggia per salvare il suo ex portavoce in Croce Rossa

Nessuno parla. Il “caso” De Angelis imbarazza una parte del centrodestra della Pisana che ora attende la mossa del presidente. Toccherà a Francesco Rocca placare gli animi e salvaguardare l’equilibrio all’interno della sua maggioranza dopo la bufera che ha coinvolto l’ex estremista nero, giornalista e già deputato, che oggi è a capo della comunicazione istituzionale della Regione Lazio. 

Il “caso” De Angelis imbarazza il centrodestra

Quel post negazionista sulla strage di Bologna - con Marcello De Angelis a dirsi assolutamente certo dell’innocenza dei tre condannati in via definitiva ossia gli ex Nar Valerio Fioravanti, Francesca Mambro e Luigi Ciavardini - ha scatenato un terremoto politico che ha inevitabilmente varcato i confini regionali. Tanto grave e inopportuno da indispettire, così raccontano i ben informati, anche la premier Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia avrebbe infatti chiamato Rocca mettendolo alle strette: De Angelis, che del presidente è stato anche portavoce in  Croce Rossa, deve fare un passo indietro. Va scacciata ogni ombra sulla regione e sul governo. Meloni non può permettersi l’ennesimo assedio dei fantasmi (neri) del passato. 

Chi è Marcello De Angelis, l'ex estremista nero che tira le redini della comunicazione di Rocca

La difesa di Rocca

Rocca ha tentato di gettare acqua sul fuoco. “Marcello De Angelis ha parlato a titolo personale, mosso da una storia familiare che lo ha segnato profondamente e nella quale ha perso affetti importanti", ha scritto il presidente derubricando a “tecnico” il ruolo svolto da De Angelis in Regione Lazio. Ma dall’ala più moderata di Fratelli d’Italia a Forza Italia sono in tanti a fare pressing perché l’ex Terza Posizione venga allontanato. Rocca lo convocherà nei prossimi giorni per un confronto. 

Intanto in Fratelli d’Italia il diktat è quello di non parlare della questione per non prestare il fianco ad ulteriori polemiche. Bocche cucite anche tra le fila della Lega e di Forza Italia: nessuna dichiarazione ufficiale, “ma sicuramente - ci dicono - andranno presi provvedimenti”. C’è poi chi è più pragmatico: “D’altronde le posizioni di De Angelis sono note a tutti e non ha detto nulla di nuovo. Per evitare questo - è l’osservazione di qualcuno - Rocca avrebbe dovuto forse pensarci prima e non portarlo in regione”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caso De Angelis imbarazza il centrodestra in Regione. Meloni furibonda e il diktat sul silenzio
RomaToday è in caricamento