Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica

Gli alloggi studenti a Roma e nel Lazio sono aumentati del 9%, ma non basta: “Ci vuole un nuovo bando”

I dati di Disco Lazio sono confortanti ma ancora troppi fuori sede restano fuori. Mattia (Pd): "Rocca sfrutti questo trend e agisca con nuovi fondi". UDU: "Dalla Pisana dopo maggio nessun confronto"

I posti letto per gli studenti fuori sede a Roma e nel Lazio sono aumentati del 9%, ma non bastano. I dati di Disco Lazio, l'ente di diritto allo studio creato dalla Regione Lazio dalle ceneri di Laziodisu, sono confortanti ma non ancora risolutivi. Lo dicono gli studenti, lo dice l'opposizione politica alla Pisana.  Il caro affitti è un tema permanente e la soluzione, ad oggi, non c'è.

Le residenze studentesche a Roma non bastano

Sono 16 le residenze per studentesse e studenti fuori sede aventi diritto, disponibili sul territorio regionale. Dodici si trovano nell'area metropolitana di Roma e coprono sostanzialmente gli iscritti alle tre università pubbliche: Sapienza, Roma Tre e Tor Vergata. In totale parliamo di 2.180 posti, dei quali solo 148 per disabili (e in alcuni casi, solo quelli autosufficienti). La richiesta, però, è di gran lunga più alta e le ultime aperture di Valco San Paolo e Cambridge a Tor Vergata non possono considerarsi risolutive. 

Opposizioni e studenti chiedono maggiori interventi

"Un passo in avanti ma insufficiente - il commento di Eleonora Mattia, consigliera Pd in Regione - che va potenziato con misure urgenti, a partire dall’indire il nuovo bando regionale per il bonus alloggi, e di medio e lungo termine per intervenire su una criticità cronica di livello nazionale ma che tocca da vicino Roma, e tutto il Lazio, in quanto tra le principali sedi e mete universitarie d’Italia. La giunta Rocca ci dica come intenda proseguire e rafforzare questo trend, anche avviando un percorso partecipato, di ascolto e confronto, con tutti i soggetti interessati". Anche Giacomo Abbate, coordinatore dell'Unione degli Universitari, è sulla stessa lunghezza d'onda: "La situazione precedente era disastrosa - ricorda - e da quando è nato Lazio Disco sicuramente il trend è migliorato, sono state date tutte le borse di studio disponibili dopo anni di blocco e i posti letto sono aumentati. Ma ci sono dei limiti, perché le richieste sono tantissime. Sono appena uscite le graduatorie dell'ultimo bando per i posti alloggi, l'ultimo fatto prima del commissariamento dell'ente regionale e già vediamo che ci sono tantissimi idonei e pochi vincitori. Chi ha 100 o più persone davanti sa già che non rientrerà in ballo e non avrà un posto per dormire". 

UDU: "Non c'è interlocuzione con la Regione, a maggio furono sbrigativi"

Abbate, poi, torna sulla protesta delle tende a piazzale Aldo Moro, dentro la città universitaria della Sapienza e sulle promesse della politica: "A maggio ci fu un incontro con la conferenza dei rettori del Lazio e due rappresentanti della giunta regionale - ricorda - peccato che la riunione durò un'ora e i due assessori erano in collegamento da remoto. Ci sembrò una situazione poco idonea, una riunione sbrigativa e priva di risultati concreti. La nostra richiesta di tavolo permanente sull'emergenza abitativa degli studenti è caduta nel vuoto. Quello che sappiamo, ad oggi, è che dal ministero dell'università arriveranno i fondi per le borse di studio 2022/2023. Ma noi i fondi li dobbiamo ricevere in tempo, non l'anno dopo per l'anno prima". 

L'assessore Schiboni: "Impegno per migliorare servizi esistenti"

Sul tema si è espresso l'assessore all'università, scuola, lavoro, formazione, ricerca e merito del Lazio, Giuseppe Schiboni: "In un momento particolarmente complesso come quello che stiamo vivendo - le sue parole - l’housing universitario è uno strumento per assicurare il rispetto del diritto allo studio per i nostri giovani. Il nostro impegno, quello del presidente Rocca, è quello di migliorare i servizi esistenti ed implementarli. Abbiamo nei mesi scorsi incontrato gli studenti. Siamo lavorando per trovare le soluzioni più rapide contro il caro affitti che pesa sulle famiglie e sui giovani. Non abbiamo la bacchetta magica ma ci sono volontà e determinazione a risolvere questa criticità nel miglior modo possibile".
 


 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli alloggi studenti a Roma e nel Lazio sono aumentati del 9%, ma non basta: “Ci vuole un nuovo bando”
RomaToday è in caricamento