rotate-mobile
Politica Tor Vergata / Via di Passo Lombardo

All'ombra della "Vela" la viabilità resta critica. Chiesto l’intervento del Comune: "Togliete i new jersey"

Gli interventi previsti per il Giubileo non miglioreranno la viabilità interna al quartiere di nuova Tor Vergata. I residenti hanno proposto di aprire una strada, oggi a vicolo cieco ed impraticabile per gli autobus

Rimuovere i new jersey di cemento che rendono la strada un vicolo cielo. È questa la richiesta che i residenti di nuova Tor Vergata, quartiere tra i più periferici del municipio VII, stanno rivolgendo all’amministrazione cittadina.

I lavori giubilari all'ombra della Vela di Calatrava

“Con il Giubileo arriveranno importanti interventi. Saranno realizzate delle complanari per prendere l’autostrada dal casello di Roma Sud e verrà costruito un nuovo ponte con un’architettura che si richiamerà alla vela di Calatrava, esteticamente molto valido. Però non ci saranno cantieri finalizzati a migliorare la viabilità all’interno del nostro quartiere” ha spiegato Andrea Cacciani, presidente del comitato di quartiere Nuova Tor Vergata.

Una strada chiusa che complica la viabilità

La richiesta che arriva dal territorio e che è stata rappresentata all’amministrazione locale e cittadina, è chiara: “noi abbiamo bisogno che via Sandro Penna sia aperta al transito” ha dichiarato il presidente del CdQ. “Oggi quella strada, che corre parallela a via di Passo Lombardo, si interrompe all’altezza di via Sartre. Lì è previsto che venga realizzata una rotatoria di cui, però, beneficeremo poco. La chiusura di via Penna infatti obbliga l’autobus a fare un percorso molto lungo e, al tempo stesso, porta molti mezzi pesanti ad attraversare il quartiere”. Basterebbe quindi rimuovere le barriere di cemento e riprogettare “gli ultimi 200 metri di strada” hanno spiegato i residenti.

L'impegno preso dal municipio

“Nuova Tor Vergata è un quartiere che ha dei problemi di viabilità. Per anni il piano di zona era rimasto fermo ed infatti solo negli ultimi anni siamo riusciti a sbloccarlo. Per quanto riguarda quella parte, che finisce su via di Tor Vergata, sappiamo che si crea un imbuto che stiamo pensando di risolvere con una rotonda o anche aprendo un’uscita alternativa. Poi – ha spiegato il minisindaco Francesco Laddaga – c’è la zona di via Penna e di via Sarte, con la prima delle due strade che è chiusa. Ascoltate le criticità che i cittadini ci hanno descritto, abbiamo deciso di chiedere un incontro con Anas e Società Giubileo, per la prossima settimana. Vogliamo vedere se ci sono i margini per sistemare la questione”:

Un intervento atteso da 20 anni

“Gli interventi che sono previsti con l’apertura della porta santa, nel quadrante di nuova Tor Vergata, sono attesi da vent’anni” ha commentato il presidente della commissione Giubileo Dario Nanni, presente all’incontro con i cittadini del territorio “oltre i nuovi svincoli, alle complanari ed al ponte sulla Roma Napoli che per incis sarà anche ciclopedonale, ci sarebbe un altro intervento da fare, su circa 200 metri di via Sandro Penna – ha ricordato Nanni – i cittadini se lo stanno chiedendo, con l’intenzione di snellire la viabilità interna al quartiere. Se lo aspettano, perché ritengono che, dopo un’attesa così lunga, sia questa l’occasione giusta per mettere mano alla viabilità. Hanno sollevato delle criticità che non solo è stato giusto ascoltare ma su cui dobbiamo provare ad intervenire”. Vale come una promessa.
L'assemblea ulle opere giubilari del CdQ di Nuova Tor Vergata

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'ombra della "Vela" la viabilità resta critica. Chiesto l’intervento del Comune: "Togliete i new jersey"

RomaToday è in caricamento