rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Politica San Giovanni / Piazza di Porta Metronia

Canili, proteste sotto l'assessorato all'Ambiente: "Sospendete il bando"

Per l'Associazione volontari dei canili di Porta Portese che ha organizzato la protesta, la gara provvisoria non garantisce un importo adeguato a garantire servizi e occupazione. Sindacati ascoltati in assessorato: prossimo incontro il 25 agosto

Proteste questa mattina sotto la sede dell'assessorato all'Ambiente del comune di Roma in piazza di Porta Metronia contro la gara indetta dall'amministrazione per l'affidamento della gestione temporana dei canili fino al 31 dicembre. A organizzare uno 'speaker corner' l'Associazione volontari canili di Porta Portese, la onlus che dal 1997 gestisce con un affidamento diretto le strutture interessate. Nel mirino gli importi del nuovo bando, che per i manifestanti sono troppo bassi e non permetterebbero servizi adeguati e nemmeno le garanzie occupazionali. Per questo infatti questa mattina i sindacati hanno incontrato il capo segreteria, il direttore di area del Dipartimento Ambiente nonché responsabile del procedimento di gara. "Le rappresentanze dei lavoratori hanno espresso le loro istanze in un confronto interlocutorio alla fine del quale si è deciso di aggiornare la riunione alla prossima settima" ha fatto sapere l'ufficio stampa dell'Assessorato all'Ambiente di Roma Capitale. Il prossimo incontro è per il 25 agosto con l'assessore all'Ambiente Estella Marino e quello al Bilancio Marco Causi. 

Sul piede di guerra l'associazione dei volontari: “L’Assessorato all’Ambiente si sta assumendo la responsabilità politica di aver fatto uscire una gara nella quale la diaria di mantenimento giornaliera per ogni cane o gatto è di 2.7 euro al giorno, manco nei canili lager del Sud d’Italia!” dice la presidente Simona Novi. "Tanta è la somma, calcolando la gestione delle migliaia di cani e gatti in entrata ogni anno, delle centinaia presenti e delle migliaia che escono in adozione oltre ai servizi che vengono resi ai 20.000 cittadini che vengono accolti ogni anno e le 30.000 telefonate che vengono lavorate, che esce dall’esiguo importo messo nel bando di gara uscito il 13 agosto u.s. e per il quale le buste verranno aperte il 26 agosto p.v.. “Ed è inutile che l’Assessorato dica che la cifra stanziata è di 4.3 euro al giorno perché quella è la cifra che viene data ai canili privati convenzionati dove viene pagato solo l’affitto della gabbia, la sua pulizia e la somministrazione del cibo ed i cani entrano solo su base programmata e solo stabilizzati, guarda caso proprio grazie al lavoro che viene fatto nei canili comunali”.

L'associazione chiede che il bando sia sospeso in autotutela "in attesa della decisione del Bilancio sullo stanziamento di un importo congruo da mettere in gara". In occasione dell'incontro del 25 agosto sono in programma nuove proteste: "Diamo appuntamento a tutti gli amanti degli animali sotto a Palazzo Senatorio, sulla piazza del Campidoglio per martedì 25 agosto alle ore 11. E se questo appuntamento non basterà diamo appuntamento per il giorno dopo, mercoledì 26 agosto alle ore 14 sotto il Dipartimento Ambiente in circonvallazione Ostiense 191: dovrebbero essere aperte le buste della gara che noi chiederemo di non aprire”.

Canili, volontari contro il bando del comune

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canili, proteste sotto l'assessorato all'Ambiente: "Sospendete il bando"

RomaToday è in caricamento