Civitavecchia, il candidato sindaco leghista si ritira: "Meglio un nome che consenta alleanza con FdI"

In pochi se lo aspettavano, dopo mesi di tentativi di accordo falliti con Fratelli d'Italia. Ora il centrodestra è di nuovo al tavolo delle trattative

Enrico Zappacosta, Matteo Salvini

Sorprese a destra nella corsa al voto di Civitavecchia. L'uomo della Lega fa un passo indietro 48 ore dopo aver annunciato la candidatura. Enrico Zappacosta era il prescelto dal comparto salviniano per guidare verso le comunali di fine maggio la "strana" coalizione. Lega, Forza Italia, Udc, Polo civico e Fratelli di Civitavecchia, una declinazione territoriale degli ex An. Fuori dall'alleanza, nonostante i numerosi tentativi di accordo delle ultime settimane, i Fratelli d'Italia vicini ad Andrea Augello, l'ex senatore - escluso all'ultimo dalle liste alle politiche del 2018 - con una grossa fetta di consenso nel comune del litorale. 

Le dichiarazioni di Zappacosta però sparigliano le carte: "Per responsabilità ho chiesto al mio partito [...] di riconsiderare la mia candidatura a sindaco, qualora vi fosse un passo indietro da parte di potenziali alleati". Il candidato sindaco, già ufficiale, vuole farsi da parte, per permettere la coalizione con quei Fratelli d'Italia rimasti fuori per sostenere Massimiliano Grasso, capogruppo della lista civica La Svolta. E provare a trovare un terzo candidato possibile per ricomporre la destra, convergendo su un nome sempre espresso dalla Lega, ma più digeribile agli ex An. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una scelta quella di Zappacosta ben accolta dal partito di Giorgia Meloni. "Fratelli d'Italia si dichiara disponibile a tornare al tavolo per procedere a questo approfondimento" dichiara in una nota il deputato e presidente provinciale di Roma di FdI Marco Silvestroni. Giochi riaperti quindi. Ora tocca trovare il nuovo volto. I ben informati fanno già il nome di Ernesto Tedesco, nuovo acquisto tra i salviniani, ex vicesindaco e assessore alla cultura, gode di una stima che si può dire trasversale. E potrebbe piacere anche ai meloniani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento