menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Campo Testaccio. Foto agenzia DIRE

Campo Testaccio. Foto agenzia DIRE

Privati a Campo Testaccio, Frongia rassicura il quartiere: “Pronti a bocciare il progetto se non a favore della cittadinanza”

L'assessore allo sport ha chiarito le intenzioni del Campidoglio sul futuro dello storico impianto

Se non sarà in linea con le aspettative del territorio, il rilancio di Campo Testaccio non passerà per un partenariato pubblico privato. Il Campidoglio, con una lettera inoltrata alle realtà del territorio, ha chiarito quali sono le proprie intenzioni.

Il progetto del privato

Il Comune, e più precisamente il Dipartimento Sport, il 31 marzo ha ricevuto una proposta da parte di un soggetto privato. “Si tratta di un progetto sportivo” ha fatto sapere l’assessore comunale Daniele Frongia, nella lettera scritta alle associazione del quartiere. Non sono trapelati altri dettagli anche perchè, al momento, è appena partita l’istruttoria degli uffici capitolini. 

La priorità: l'interesse del quartiere

Non c’è nulla di prestabilito nel futuro di Campo Testaccio. Ma il Comune, ha tenuto a precisare quali siano le priorità. “La pratica - ha infatti promesso l'assessore Frongia nella lettera -  andrà avanti solo se sarà un progetto ben articolato  ed a favore della cittadinanza, partendo proprio dagli interessi delle scuole limitrofe e del quartiere ospitante”.

Il ruolo del pubblico

In assenza di altri dettagli, è stato chiarito che l’amministrazione continua a giocare un ruolo chiave. Bisogna infatti approvare il pubblico interesse dell’operazione. Ed il via libera è l’assemblea capitolina a doverlo fornire. Ma solo, trapela dalla lettera, se la proposta s’iscriverà nel solco delle aspettative d’un territorio che guarda al rilancio di Campo Testaccio con grande attenzione. 

La carenza di proposte

Terminata l’istruttoria quindi, i cittadini e le realtà associative che come l’ASD Real Testaccio, hanno ricevuto la lettera, potranno conoscere maggiori dettagli. Per ora il Campidoglio si è limitato a ricordare che “in oltre 10 anni non è arrivata al Dipartimento Sport nessuna proposta concreta avente i requisiti necessari di riqualificazione” dello storico impianto. In realtà il Municipio ne aveva elaborata una,in collaborazione con la Regione. Ma non è andata in porto. La carenza di proposte, tuttavia,   non implica che, quella appena pervenuta, venga  automaticamente approvata. La decisione finale sarà presa dall’Aula Giulio Cesare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento