Politica

Dal Campidoglio l'ordine ai municipi: "Fissate le priorità e inviatele entro un'ora"

La denuncia di Sabrina Alfonsi presidente del I municipio: "Siamo ormai alla follia"

Fissare le priorità di un territorio in un'ora. E' la richiesta arrivata dalla segreteria del ragioniere generale nella mattinata di ieri ai tutti i municipi. Una mail in cui si invitava tutti i Municipi, 'come da indicazione degli Organi politici', ad individuare le priorità riguardo il finanziamento di opere pubbliche, nei limiti di 2.000.000 di euro per ciascun Municipio, tra gli interventi gia' richiesti e inseriti nel sistema informativo del Bilancio. La mail si concludeva con 'le indicazioni dovranno pervenire entro le 13,30 di oggi". 

La denuncia è della Presidente del Municipio Roma I Centro, Sabrina Alfonsi. "Siamo oramai alla follia - aggiunge Alfonsi - Dare poco più di un'ora di tempo per individuare opere pubbliche da finanziare per due milioni di euro è un atto non solo di irresponsabilità ma anche segno di totale mancanza di trasparenza e di programmazione sulla nostra città". 

"A voler pensar male", aggiunge il Vicepresidente Jacopo Emiliani Pescetelli, "viene da chiedersi se questo "trattamento di favore" sia stato riservato solo ai due Municipi non governati dal Movimento a 5 stelle o se, come già successo in altri casi, i Municipi retti da Presidenti appartenenti al Movimento della sindaca Raggi siano stati informati con tempi congrui". "Ovviamente" conclude la Presidente Alfonsi "abbiamo dato riscontro alla richiesta per senso di responsabilità, perchè la città ha un disperato bisogno di manutenzione e noi conosciamo bene le necessità del nostro territorio, ma ci sembra che questi metodi poco istituzionali e per nulla trasparenti nascondano una incapacità del Campidoglio di programmare la spesa per migliorare la città, per cui all'ultimo momento ci si trova a dover utilizzare risorse che altrimenti si sarebbero perse".

La consigliera del gruppo Pd capitolino Ilaria Piccolo rincara la dose: "Siamo veramente giunti all'ostruzionismo più becero mai visto in politica. Lemmetti prima chiama a se i Presidenti Municipali pentastellati, poi ai Municipi che non considera 'suoi' dà tempo un'ora su argomenti importanti e vitali per i territori. E' proprio il caso di dirlo l'avvento dei cinque stelle in Campidoglio ha portato sul colle non solo l'incompetenza ma anche la 'peggiocrazia'. Non hanno proprio il senso, la minima conoscenza di cosa significa essere Istituzione, di cosa voglia dire essere Amministratori di una Città, studiano trucchetti infantili, propri dei bambini delle elementari, dimenticandosi che la Raggi dovrebbe essere la Sindaca di tutti i cittadini. Ma sarebbe già un successo per noi che lei capisse che fare il Sindaco non significa solo indossare la fascia tricolore e andare a tagliare nastri".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Campidoglio l'ordine ai municipi: "Fissate le priorità e inviatele entro un'ora"

RomaToday è in caricamento