Antico Caffè Greco, insulti antisemiti sui social. "Faremo denuncia per odio razziale"

L'Ospedale Israelitico, proprietario dello storico locale di via Condotti, sta raccogliendo i contenuti di alcuni post dai toni antisemiti apparsi sulla pagina Facebook del bar

FOTO ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Il caso del possibile sfratto dell'Antico Caffè Greco sfocia negli insulti dai toni antisemiti. A denunciarlo è l'Ospedale Israelitico di Roma, proprietario dello storico locale di via Condotti, che sta raccogliendo i contenuti di alcuni post apparsi sulla pagina Facebook del bar per presentare una denuncia per istigazione all'odio razziale.

"Lunedì i nostri legali completeranno la stesura della denuncia che sarà presentata presso la Procura della Repubblica", ha spiegato Bruno Sed, presidente Ospedale Israelitico. 

Tra i commenti, quelli che hanno fatto più discutere sono almeno tre. "Se la gestione del Caffè Greco dovesse passare ai sionisti, allora si dovrà includere anche questo locale nel boicottaggio contro Israele". E poi ancora "israeliani in genere non muoiono di fame, sono i più ricchi al mondo" e anche "gli ebrei di Roma sono israeliani…non italiani". Tutti post salvati e messi nel dossier dell'Ospedale Israelitico. 

"Ci dissociamo ovviamente da qualsiasi commento dai toni antisemiti, purtroppo non controlliamo ogni commento, ma lo faremo", ha sottolineato il legale rappresentante dell'Antico Caffè Greco.

Nel frattempo, tanti sono stati anche i messaggi di solidarietà: "Gli insulti di chiaro stampo antisemita basati su stereotipi razzisti contro Israele e gli Ebrei apparsi sui social sono vergognosi e contro ogni tipo di trattativa", dichiarano in una nota la Presidente del Municipio Roma I centro, Sabrina Alfonsi con la consigliera Alessandra Sermoneta, la giunta e il gruppo municipale PD compatti.  

"Mai e poi mai si può scadere nell’odio razziale e gli insulti e ancora di più per una vicenda di natura contrattuale. Voglio esprimere la piena solidarietà al presidente dell’Ospedale Israelitico, Bruno Sed e tutti i dipendenti per gli insulti apparsi in alcuni commenti sui social", ha concluso l'Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento