menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Famiglie in difficoltà economica, arrivano i Buoni Spesa: chi può richiederli e come fare domanda

Dal Comune nuovi contributi per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità: tutte le informazioni su requisiti necessari, come e dove presentare la domanda, gli importi erogati

Un contributo per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità destinato a persone e famiglie residenti a Roma che si trovano in condizioni di disagio economico, anche a causa della pandemia da Covid-19. Il Comune di Roma ha indetto un nuovo bando per i Buoni Spesa

Buoni Spesa a Roma: requisiti destinatari

Il contributo è destinato alle persone e ai nuclei familiari in possesso (congiuntamente) dei seguenti requisiti: residenza nel territorio di Roma Capitale; cittadinanza italiana o dell’Unione Europea, o cittadinanza di Paesi terzi con permesso di soggiorno valido (nel caso di permesso di soggiorno scaduto è necessario possedere la ricevuta della richiesta di rinnovo entro i termini previsti dalla normativa - 60 giorni – o, nel caso di prima richiesta,  ricevuta  della richiesta del primo rilascio); ISEE ordinario o corrente (quello più favorevole all’interessato) non superiore a 8mila euro. 

Buoni Spesa, a quanto ammontano?

Il contributo viene erogato in un’unica soluzione su una carta elettronica prepagata, con la quale è possibile acquistare generi di prima necessità. L’importo è determinato in base alla composizione del nucleo familiare, rilevata dall’anagrafe comunale: il nucleo familiare composto da 1 persona avrà 200 euro; quello composto da 2 persone 300 euro; da 3 persone 400 euro; 500 euro per i nuclei familiari composti da 4 persone e 600 euro per quelli da 5 o più persone. 

Presentazione della domanda per i buoni spesa

La domanda può essere presentata fino al 15 giugno 2021 presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF) convenzionati con Roma Capitale. “Non saranno prese in considerazione domande pervenute attraverso altri canali” - sottolinea il Comune. 

“Per ogni nucleo familiare può essere presentata una sola domanda, pena l’esclusione dal contributo economico. Per ‘nucleo familiare’ - è specificato sul sito istituzionale - si intende un nucleo composto da persone presenti nello stesso stato di famiglia al momento della compilazione della domanda. Roma Capitale effettua controlli sulle dichiarazioni rese all’atto della domanda, al fine di evitare abusi o richieste plurime”

Buoni Spesa: criteri e modalità di erogazione

I dati dichiarati dal richiedente sono comunicati dal CAF a Poste Italiane, che emette una carta di pagamento elettronica (Postepay Card) e la spedisce all’indirizzo di recapito indicato nella domanda. I beneficiari devono successivamente recarsi presso un qualsiasi Ufficio Postale per richiederne l’attivazione. L’importo viene accreditato sulla Card all’esito dei controlli eseguiti da Roma Capitale. Il contributo è erogato fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento