Buche, i volontari di Tappami contro Raggi: "Comune ostile ci ignora, forse perché non siamo del M5s"

L'ormai nota associazione di cittadini, in strada a rattoppare l'asfalto da anni, ha chiesto un incontro al Comune. L'obiettivo? "Un albo dei volontari civici"

Volontari tappa buche a lavoro

Veder riconosciuto il proprio lavoro dalle istituzioni, e avviare un circolo virtuoso che metta a sistema il lavoro dei volontari. Sono le richieste dell'associazione Tappami, gruppo di romani che da anni si dà appuntamento sulle carreggiate della città, per mettere pezze alle strade, groviera, di Roma. 

"In meno di 3 anni abbiamo messo in sicurezza circa 5000 buche, a costo zero per le casse cittadine" racconta Cristiano Davoli, presidente del comitato, rivendicando quello che è "il primo progetto compiuto di volontariato civico che può garantire una manutenzione costante e delle buche più pericolose, manutenzione impossibile altrimenti perchè ci vorrebbero decine se non centinaia di milioni di euro". Già, che i fondi per la manutenzione stradale sono pochi non è una novità. 

Poi ricorda il lustro ricevuto addirittura in un articolo del New York Times, del Times e della prima rete televisiva pubblica tedesca Zfd. "Il nostro obiettivo è che il Comune istituisca un albo dei volontari civici e coordini tutti i progetti che possano contribuire, non certo solo il nostro. È una grande opera di mobilitazione che potrebbe risolvere almeno la messa in sicurezza del manto stradale parcellizzando quartiere per quartiere la disponibilità dei volontari a formarsi e a intervenire".

Ma l'immenso lavoro svolto è stato diffuso, lamenta l'associazione, solo dalla stampa. "Eppure il progetto funziona e dovrebbe solo essere implementato e fatto proprio dal Comune che invece fin qui ci ha ignorato deliberatamente". Un'accusa precisa, rivolta all'amministrazione Raggi. "Noi chiediamo un incontro per avviare un circolo virtuoso in cui i cittadini possano dare una mano volontariamente e gratuitamente all'Amministrazione. Dato il silenzio, se non l'ostilità, sin qui registrati, sorge spontaneo chiedersi se per tappare le buche e risparmiare danni e incidenti ai romani bisogna essere per forza iscritti ai Cinque Stelle". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di dario mizzico
    dario mizzico

    "Tappami, Levante!"

  • Avatar anonimo di LaPrimavera
    LaPrimavera

    L'azione dell'Associazione è lodevole e risponde all'inerzia dell'Amministrazione, ma quest'ultima non potrà mai avallarne l'operato. Un conto è pulire un'aiuola, rimuovere gli adesivi, cancellare una scritta, diverso è un intervento di manutenzione/riparazione su una strada pubblica, che deve essere necessariamente svolto secondo precisi criteri (anche di sicurezza sui luoghi di lavoro) e rispettando le norme relative ai lavori pubblici.

  • COmune di Roma scandaloso, andrebbe commissariato

Notizie di oggi

  • Politica

    Salvini torna all'attacco della Raggi: "Regali non ne facciamo. Non ha controllo della città"

  • Cronaca

    Disperso nel lago di Castel Gandolfo, vigili del fuoco recuperano corpo

  • Incidenti stradali

    Perde controllo dell'auto e si ribalta in una cunetta, tre feriti. Due sono gravi

  • Incidenti stradali

    Piazza della Repubblica: tamponamento tra bus, feriti lievemente quattro passeggeri

I più letti della settimana

  • È morto Massimo Marino, personaggio cult delle notti romane

  • Giustiniana, bimbo di 8 anni precipita dal quinto piano

  • Via Crucis al Colosseo: venerdì metro chiusa. Le strade chiuse e le deviazioni

  • Scuola: 18 istituti della Capitale restano aperti anche per Pasqua

  • Amazon apre a Settecamini: nuovo deposito smistamento a Roma, previsti 115 posti di lavoro

  • Valmontone: scontro auto-moto, due feriti. Una è la moglie di Cerci

Torna su
RomaToday è in caricamento