Politica Centro Storico / Piazza della Repubblica

Protesta Ncc a Roma: bruciato manichino di Di Maio in piazza della Repubblica

Gli autisti hanno portato un documento al Quirinale. Momenti di tensione, accerchiato un tassista

Il manichino raffigurante Di Maio bruciato in piazza della Repubblica

Una bara, un manichino con la faccia del ministro Di Maio bruciato ed un autista che sale sul palco e si cosparge di benzina. La protesta degli Ncc in piazza della Repubblica, a Roma, è stata movimentata (qui il link della protesta). Circa 1500 i partecipanti. 

Centinai gli Ncc scesi in piazza per protestare contro il decreto legge approvato dal Cdm, che  disciplina il settore. Tanti cori anche contro il ministro Toninelli. Quando poi la polizia ha accompagnato i manifestanti verso Termini, un tassista è stato circondato mentre era fermo al semaforo. Nessun contatto con gli agenti tempestivamente intervenuti. 

Audio choc: "Bruceremo tutti i taxi" 

Precedentemente, intorno alle 13, oltre un centinaio di auto degli autonoleggiatori romani erano sfilate, lungo l'anello viario che collega il piano Partenze dei Terminal dell'aeroporto di Fiumicino. 

Le auto degli Ncc, scortate in testa e coda da vetture della polizia, sono passate suonando i clacson, ma non hanno causato nessun intralcio alla circolazione né disagi ai passeggeri. 

Come informano dalla Questura di Roma, nel corso delle manifestazione è stata esposta una bara avvolta dal tricolore, subito rimossa da personale dipendente. Alle ore 17.30, i manifestanti preoccupati per l’approvazione della legge prevista per il 29 dicembre alla Camera, in segno di protesta, hanno dato fuoco ad un  manichino raffigurante il Ministro Di Maio e uno di loro si è rovesciato addosso del liquido infiammabile minacciando di darsi fuoco. 

Lo stesso dissuaso dai presenti si è allontanato insieme ad altri manifestanti. Alle ore 19.30 personale dei Vigili del Fuoco ha proceduto allo spegnimento di ulteriori due piccoli fuochi ed il promotore si è allontanato terminando l’iniziativa.

In strada rimanevano 150 dimostranti ai quali veniva intimato di lasciare la piazza. Pertanto venivano convogliati verso via Einaudi. Giunti in piazza dei Cinquecento il traffico è stato ripristinato ed anche gli ultimi tenaci, circa 40, verso le ore 21.00 si allontanavano senza che venissero registrati momenti di tensione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta Ncc a Roma: bruciato manichino di Di Maio in piazza della Repubblica

RomaToday è in caricamento