Botticelle: slitta a settembre l'approvazione del regolamento che non piace ai vetturini

La Giunta a luglio ha già dato il proprio ok, ora serve il voto dell' Assemblea Capitolina. Tante le limitazioni introdotto che non piacciono ai vetturini le tante limitazioni introdotto

Sono trascorse già tre settimane dalla delibera approvata in giunta. Ma per vedere arrivare in aula Giulio Cesare il nuovo regolamento sulle botticelle, occorrerà portare ancora pazienza. Per via di un'azione congiunta di PD, FI e FdI, bisognerà attendere settembre per portarlo all'approvazione della commissione Ambiente.

Da vetturini a tassisti

Lo slittamento ha una ragione precisa. Dopo le vacanze estive, quando la commissione sarà riconvocata, è attesa una modifica nella legge regionale sul trasporto pubblico non in linea. A farsene carico sarà il PD che è intenzionato a presentare un emendamento attraverso il quale, ha spiegato il consigliere capitolino Giulio Pelonzi, si vuole "dare certezza vera  agli operatori di convertire la licenza attuale in licenza taxi - ha spiegato Pelonzi -. Se fosse fatta questa modifica, che si può ottenere in tempi molto rapidi, per chi oggi ha una botticella sarebbe molto più sicura la trasformazione della licenza in qualche altra cosa, mentre abbiamo paura che senza questa modifica in Regione, con la leggi a disposizione oggi, non ci sia la sicurezza di farlo per chi e' operatore delle botticelle". Servirebbe infatti un'iniziativa legislativa in Parlamento.

Le novità contenute nella delibera di Giunta

Per ora il futuro delle botticelle è stato messo nero su bianco solo dalla Giunta Raggi. Con delle importanti novità. Sono sparite le indicazioni sui quattro parchi dove, in un primo momento, si era pensato di relegare l'attività dei vetturini. Inoltre s'impone, dal primo giugno al 30 settembre,  uno stop alla circolazione delle botticelle. L'altra novità è relativo al divieto di circolazione, valido durante tutto l'anno, quando la temperatura sia "pari o superiore ai trenta gradi centigradi". Inoltre "è vietato svolgere, in modo continuativo, il servizio a trazione animale per una durata superiore a quarantacinque minuti"

La protesta dei vetturini

Quello che si appresta ad essere votato in Aula Giulio Cesare, è un regolamento che però non piace ai vetturini. E non usano mezzi termini per dirlo. Per il loro portavoce Angelo Sed, si tratta di "un regolamento contro i vetturini, non per gli animali".  Quello attuale, secondo Sed, già sarebbe restrittivo perchè ad ora " possiamo circolare fino a 35 gradi, poi abbiamo un blocco dall'1 giugno al 15 settembre che ci impone di stare fermi dalle 13 alle 17 con qualunque temperatura, in piu' abbiamo un altro blocco quando la Protezione Civile comunica ondate di calore allerta 3 che, dopo l'ultima ordinanza del sindaco Raggi, ci permette di uscire dopo le 18 ma non oltre i 30 gradi di temperatura". Per questo è già stata chiesta una sospensiva del provvedimento, tramite ricorso al Tar. A settembre mancano poche settimane. Il destino delle botticelle sarà deciso nel corso dell'estate.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

  • Ecco il Salario Center: a Roma nord un nuovo centro commerciale

Torna su
RomaToday è in caricamento