Politica

Botticelle addio, la svolta del M5s: "Al loro posto licenze taxi o biocarrozze"

Riorganizzazione del servizio messa nero su bianco in una memoria di giunta. Le botticelle "tradizionali" verranno limitate a parchi e ville storiche

Esemplare di biocarrozza

Addio alle botticelle dal centro storico della città. Verranno sostituite con delle "biocarrozze". Ad annunciarlo sul blog di Beppe Grillo l'assessore all'Ambiente, Pinuccia Montanari: "Grazie alla memoria approvata in Giunta si realizza oggi l'inizio di un percorso del programma del Movimento 5 stelle ovvero la sostituzione nel centro storico delle carrozze trainate da cavalli con le nuove efficientissime biocarrozze elettriche".

Con il provvedimento, spiega Montanari, "tuteliamo comunque i lavoratori che potranno scegliere tra le efficientissime biocarrozze oppure licenze taxi. Inoltre, tuteliamo il benessere degli animali e sviluppiamo la nuova forma di turismo dolce e di turismo attraverso i mezzi elettrici, perchè l'iniziativa realizzata in collaborazione con l'assessorato alla Mobilità garantisce appunto lo sviluppo della mobilità elettrica a Roma"

Le botticelle, quelle "tradizionali", verranno destinate a parchi e ville storiche di Roma, per garantire la sicurezza del servizio, tutelare il benessere dei cavalli ed evitare problemi alla viabilità della Capitale. Queste le finalità con cui la Giunta capitolina ha approvato, tramite una memoria, il progetto per la nuova organizzazione del servizio. "Nessun vetturino perderà il lavoro, i titolari delle licenze avranno infatti la possibilità di trasformare l'attuale autorizzazione in licenze taxi. L'obiettivo è arrivare alla totale dismissione delle botticelle a trazione animale per sostituirle con botticelle elettriche, mezzi piu' moderni che mantengono comunque un alto valore turistico e culturale"

"A Roma il livello di smog e il traffico mettono a rischio la sicurezza degli animali, da qui il progetto per utilizzare le botticelle nelle aeree verdi", aggiunge l'assessore Linda Meleo. "Per garantire un buon servizio indicheremo punti di sosta all'interno dei parchi e delle ville storiche e definiremo dei percorsi idonei al transito delle botticelle. Inoltre avvieremo tra i requisiti obbligatori per la validita' della licenza del servizio specifici strumenti per il controllo e il monitoraggio dei tempi di utilizzo dei percorsi effettuati" conclude. 

"La biocarrozza è il prodotto di una ricerca nata dalla collaborazione istituzionale tra l’Università La Sapienza e il Comune di Roma - spiega sempre sul blog il prof. Moscioli - è un veicolo completamente sviluppato e concepito dai ricercatori universitari in Italia, con il design italiano, che rappresenta anche una riscoperta storica e reinterpretata secondo il nostro gusto e la nostra tecnologia attuale. Un veicolo completamente elettrico quindi nato per non emettere, nato per agire in perfetto silenzio e sicurezza nelle strade cittadine, nato anche per avvalersi delle tecnologie più avanzate della ricarica elettrica e per i sistemi energetici".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botticelle addio, la svolta del M5s: "Al loro posto licenze taxi o biocarrozze"

RomaToday è in caricamento