Bonus affitto, le domande nella Capitale sono 49mila: uffici al lavoro ma i tempi sono un'incognita

L'assessora Vivarelli: "Prosegue il lavoro per erogare il bonus affitto nel più breve tempo possibile"

Sono 49mila le domande arrivate al dipartimento Politiche abitative per il contributo straordinario all’affitto 2020, destinato alle famiglie con difficoltà economiche a causa dell’emergenza coronavirus. I termini dell’avviso pubblico si sono chiusi lunedì 18 maggio. Delle richieste avanzate sono 44mila quelle presentate con la modalità online, direttamente sul sito di Roma Capitale, mentre solo 5mila quelle presentate in modalità cartacea presso i municipi.

“Ora prosegue il lavoro per erogare il bonus affitto nel più breve tempo possibile alle famiglie che ne hanno diritto”, ha scritto su Facebook l’assessora alle Politiche abitative, Valentina Vivarelli. “Gli uffici del dipartimento stanno già esaminando le pratiche, verificando che le domande siano state compilate in ogni loro parte e che i cittadini abbiano completato tutti i campi obbligatori dell’autocertificazione”. 49mila è quindi il numero delle domande che sono arrivate nelle prossime settimane si saprà quindi quante di queste sono state accettate.

Vivarelli poi spiega: “Come da delibera regionale 176/2020, ora invieremo il numero esatto di domande protocollate alla Regione Lazio che ci dovrà comunicare l’entità del contributo da attribuire ai beneficiari, che comunque non potrà essere superiore al 40% dei canoni d’affitto di tre mensilità 2020. Auspichiamo che la Regione tenga conto delle differenze tra Roma e gli altri comuni del Lazio: dalla nostra città, dove gli affitti sono notevolmente più alti, sarà arrivato con ogni probabilità il maggior numero di richieste di sostegno. Non vorremmo che si creassero delle disparità, con i romani a ricevere un contributo inferiore rispetto agli altri”.

In realtà l’ammontare della cifra destinata a Roma è stata annunciata fin dall’inizio: 12milioni e cento mila euro, pari al 55 per cento dei 22milioni di euro stanziati complessivamente dalla Regione per questo contributo all’affitto straordinario. A differenza di quanto stabilito inizialmente nella delibera, vista la situazione emergenziale, la Regione Lazio nei giorni scorsi ha fatto sapere di aver già girato nelle casse del Comune di Roma questi fondi. Soldi che, confermano a Romatoday fonti regionali, sono quindi già nelle disponibilità del Campidoglio ed erogabili ai cittadini senza ulteriori comunicazioni. Interpellati in merito dall'assessorato di Vivarelli confermano che i fondi sono arrivati ma senza alcuna indicazione circa il loro utilizzo motivo per cui l'amministrazione capitolina sta considerando valido l'iter indicato nella delibera regionale.

Oltre alle questioni legate all’iter, i nodi da affrontare sono due. In primis i tempi di erogazione, che ancora non si conoscono. Il dipartimento capitolino ha deciso di non procedere in base all’autocertificazione, procedendo quindi con controlli successivi all’erogazione, ma di lavorare tutte le domande e procedere poi all’assegnazione. I tempi dell’operazione ancora non si conoscono. Nei giorni scorsi il dipartimento Risorse umane ha emanato una circolare nel tentativo di reperire personale da altri dipartimenti così da rafforzare l’organico degli uffici che erano in difficoltà nella lavorazione delle domande di sostegno all’affitto anche prima dell’emergenza Coronavirus. In quanti abbiano risposto (c'era tempo fino al 18 maggio) non è ancora stato reso noto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il secondo nodo riguarda i fondi: sia l’assessora sia il presidente della commissione capitolina Politiche abitative hanno più volte espresso dubbi, senza però fornire una precisa informazione in merito, sulla possibilità che la cifra stanziata potrebbe non bastare a coprire l’effettivo bisogno (se tutte le 49mila domande fossero accettate si ha un ammontare di poco meno di 250 euro). Un bisogno molto alto: la domanda per il contributo straordinario è tre volte e mezzo più alta di quello relativa alla richiesta di contributo all’affitto per il 2019, 14mila richieste. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento