Blocco del traffico, polemiche contro Raggi: "Iniziativa assurda in tempi di covid"

Da Calenda alla Lega critiche alla sindaca: "Ci ripensi, incentiva l'uso dei mezzi del trasporto pubblico"

"Stop del traffico domenica 15. Virginia non studia e manda nel caos i romani che si scatenano sui social. Ancora una volta il Campidoglio dà prova di inadeguatezza offrendo risposte semplici per problemi molto complessi". Così Carlo Calenda, candidato sindaco di Roma, torna all'attacco della sindaca Virginia Raggi. Stavolta l'oggetto del contendere è il blocco del traffico stabilito dall'amministrazione comunale per questa domenica. 

"Il blocco della circolazione a seguito della condanna della Corte di Giustizia europea per violazione sistematica dei limiti alle emissioni di particolato pm 10, non solo è una misura inadeguata alla risoluzione del problema ma, incentivando di fatto il ricorso all'utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico, diventa un potenziale moltiplicatore dei contagi in tempi di Covid" si legge sulla pagina Fb di Azione Roma, costola romana del movimento di Calenda. "Studi da noi più volte citati, confermano ciò che tutti intuitivamente capiamo ma che, a quanto pare, la sindaca disconosce: oltre ai riscaldamenti, il lavaggio delle strade è un elemento che abbatte notevolmente i livelli di particolato nell'aria". 

"Misura inutile"

"Ricordiamo, infatti, che circa 2/3 delle particelle PM10 riconducibili al trasporto provengono dal sollevamento di polvere dal suolo e non dai tubi di scappamento. 'Le polveri sottili provengono per metà dai riscaldamenti. Basterebbe lavare le strade per abbatterle drasticamente, come accade quando piove. Questi sono dati scientifici ben conosciuti', sostiene Pier Luigi del Viscovo, direttore del Centro Studi Fleet&Mobility. 'Gli scarichi emettono pochissime polveri e i motori Euro6 ancora meno. I nuovi diesel poi sono il 20% meno inquinanti dei motori a benzina. Fermarli non ha alcun fondamento'".

"Il problema è stato affrontato anche scientificamente da Dekra, a Stoccarda, dopo che a gennaio 2016, a metà della stagione 2015/16, a fronte di 22 giorni di livelli di allarme, i limiti del particolato furono sforati ben 59 giorni - conclude il duro post di critica - nella stagione 2016/17 si corse ai ripari, lavando le strade 27 volte. Ciò portò nell'intera stagione i giorni di sforamento a 65, a fronte di ben 85 giorni di allarme. L'anno dopo, 2017/18, intensificando ulteriormente i lavaggi delle strade fino a 89 volte, i giorni di allarme furono 56 e quelli di sforamento solo 23, ossia il 65% in meno". 

"Raggi ci ripensi"

Critiche all'iniziativa che non arrivano solo da Calenda. Anche esponenti della Lega hanno chiesto di sospendere l'iniziativa. "Domenica ecologica in lockdown? Proprio mentre i vertici della sanità del Lazio prospettano una zona rossa per la Regione entro due settimane la sindaca Raggi insiste e persiste con l’ecologismo in piena pandemia" commenta il consigliere capitolino della Lega Davide Bordoni. "E’ assurdo, la Raggi escogita il modo per tenere chiusa la ZTL anche di domenica – prosegue - sembra quasi una presa in giro. A furia di giravolte l'Amministrazione arriva a contraddirsi: le domeniche ecologiche sono tradizionalmente un invito ai romani ad uscire di casa, abbandonando il mezzo privato, per ritrovarsi in ville, parchi e vie del centro, gli stessi luoghi che in questi giorni le ordinanze in programmazione progettano di chiudere. Quella della sindaca è una pericolosa iniziativa perché con il divieto totale di circolazione nella "Fascia Verde" aggrava in maniera sensibile anche il carico sul trasporto pubblico già ridotto al 50%. La Raggi ci ripensi". 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento