rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Politica

Emergenza casa, blitz dei Movimenti sotto la sede del Pd: "Vogliamo un incontro con Zingaretti"

I senza casa chiedono l'avvio di un piano di edilizia popolare in grado di affrontare il problema abitativo della Capitale

"Non ce ne andremo fino a che non avremo ottenuto un incontro con Nicola Zingaretti". Blitz dei movimenti per il diritto all'abitare oggi pomeriggio davanti alla sede nazionale del Pd in centro a Roma.

Intorno alle 16 una settantina di persone, abitanti delle occupazioni sotto sgombero o già sgomberate, sono arrivate in gruppo e si sono sedute davanti alla sede nazionale del Pd bloccando la strada. Obiettivo: chiedere un incontro con Nicola Zingaretti nella sua doppia veste di presidente della Regione Lazio e di segretario del Pd, partito in maggioranza al governo insieme al Movimento cinque stelle.

I senza casa chiedono l'avvio di un piano di edilizia popolare in grado di affrontare il problema abitativo della Capitale, anche in vista degli sgomberi rimasti in programma, per i quali non sono ancora state individuate soluzioni alternative.

Dopo quasi due ore di protesta, con le persone rimaste sedute a terra, la proposta è arrivata per voce del responsabile comunicazione dem, Marco Miccoli: un incontro con l'assessore alle Politiche abitative della Regione Lazio, Massimiliano Valeriani. I movimenti hanno però rigettato la proposta ribadendo la richiesta di un appuntamento con Zingaretti. 

"L'assessore Valeriani l'abbiamo già incontrato la settimana scorsa dopo la mobilitazione alla Regione Lazio dell'8 ottobre", hanno spiegato i manifestanti. In quell'occasione Valeriani aveva fatto sapere di aver chiesto un incontro con la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese ma, secondo quanto apprende Romatoday, l'incontro non è ancora stato fissato. Intanto i senza casa hanno dichiarato di essere pronti a restare a oltranza.

La fermezza dei movimenti ha portato a una seconda proposta, arrivata poco dopo le 18: un incontro con Nicola Zingaretti il 28 ottobre alle ore 14.30, dopo le elezioni in Umbria. A comunicarlo in strada ai manifestanti sempre Marco Miccoli. L'incontro con Zingaretti dovrà però essere accompagnato da un tavolo con l'assessore Valeriani, che si terrà nei prossimi giorni. "Ci sono le condizioni per un percorso serio", il commento dei manifestanti che venerdì saranno in presidio al ministero delle Infrastrutture, sempre in quota Pd.

Intanto proseguono i tavoli in Prefettura con Comune e Regione per pianIficare le alternative abitative per lo sgombero dell'occupazione di viale del Caravaggio nella quale vivono oltre 350 persone. Dopo il vertice di venerdì scorso, per domani pomeriggio è già in programma un secondo incontro. Per il momento, secondo quanto apprende Romatoday, le soluzioni alternative non sono ancora state definite. "La posizione del Pd è chiara", ha detto Miccoli ai manifestanti. "Non vedrete più sgomberi come quelli accaduti in via di Cardinal Capranica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza casa, blitz dei Movimenti sotto la sede del Pd: "Vogliamo un incontro con Zingaretti"

RomaToday è in caricamento