menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aula Giulio Cesare (immagine d'archivio)

Aula Giulio Cesare (immagine d'archivio)

Bilancio, non si placa lo scontro con i sindacati: "Sui tagli al sociale Raggi esca dalla propaganda"

Cgil, Cisl e Uil: "Secondo Raggi ci sarebbe stato un aumento dei fondi che sarebbe stato illustrato dati alla mano 'in una riunione con i sindacati e le cooperative, ma questa riunione non c'è mai stata"

Non si placa lo scontro tra i sindacati e l'amministrazione Raggi. Oggetto del contendere ancora una volta i fondi stanziati per il sociale nel bilancio di previsione, in corso di votazione in questi giorni in Consiglio comunale. La prima versione originaria della manovra ha scatenato per settimane polemiche e proteste tra i sindacati di categoria e tra le forze di opposizione, tanto da aver costringere la giunta a votare un maxiemendamento con una serie di correzioni in merito. 

"Leggiamo una stravagante dichiarazione della sindaca Virginia Raggi in cui afferma che per il sociale non sarebbero previsto tagli ma addirittura un aumento delle risorse. Aumento che sarebbe stato illustrato dati alla mano 'in una riunione con i sindacati e le cooperative'". Così, in una nota, la Cgil di Roma e del Lazio, la Cisl di Roma Capitale Rieti, la Uil del Lazio e le rispettive categorie della Funzione Pubblica. Il riferimento va a quanto dichiarato dalla prima cittadina in un'intervista su Twitch.tv. 

"Ci spiace dover rilevare - continuano i rappresentanti di categoria - che l'unica riunione si è svolta il 14 gennaio, all'indomani della nostra prima manifestazione davanti all'assessorato alla Persona e alla Scuola che ha avuto un grande eco mediatico, riunione cui nè la sindaca nè l'assessore Lemmetti hanno partecipato ma nel corso della quale i dirigenti delegati dell'assessorato al bilancio hanno confermato tagli complessivi al bilancio per 700 milioni, che andavano soprattutto a incidere sui municipi, tanto da rendere necessario un maxiemendamento correttivo al bilancio". 

Il maxiemendamento è stato votato nella giornata di ieri, ma, sostengono i sindacati, "sul contenuto non sappiamo nulla". Poi la stoccata finale: "Invitiamo la sindaca a uscire dalla logica della propaganda, dei comunicati stampa, degli annunci e a convocare un incontro con Cgil Cisl e Uil e le categorie della Funzione Pubblica per affrontare, dati alla mano, un tema che tocca nel profondo la qualità della vita di chi ha bisogni reali a Roma". 

Pacetti: "Nessun taglio al sociale"

A questo proposito, ieri il capogruppo M5s Giuliano Pacetti ci ha tenuto a chiarire durante un intervento in Consiglio: "Con questo bilancio aumentano i fondi per i territori. A dirlo sono i numeri: si passa dai circa 30 milioni del 2017 agli oltre 300 milioni di oggi. Aumentano anche i fondi per il sociale: 24 milioni di euro in più rispetto all’anno scorso. Con il mio intervento in Aula di oggi ho voluto mettere, una volta per tutte, la parola fine sulle polemiche avanzate in questi giorni dalle opposizioni. Come sempre alle loro parole a noi piace rispondere con i fatti, con la forza dei numeri che sono quelli che rimangono sulla carta". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento