menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bilancio, approvato con soli 23 voti: “Non c’è più la maggioranza”

Raggi: “E’ un bilancio che guarda al futuro” ma ad approvarlo in Aula meno della metà dei consiglieri

E’ passato il bilancio di previsione per il 2021-2023. Ma per approvarlo è stato necessario convocare due volte l’Aula Giulio Cesare. Solo così, abbassando la soglia necessaria all’approvazione dei consiglieri,  il Campidoglio è riuscito ad approvarlo.

Il tecnicismo della seconda convocazione

“L’escamotage della seconda convocazione” com’è stato definito dal capogruppo democratico Giulio Pelonzi, ha permesso alla Sindaca di farlo passare con soli 23 voti a favore su 48. Eppure Raggi, nel corso dell'intervento che aveva preceduto la votazione, lo aveva annunciato con enfasi.

Il bilancio che guarda al futuro

“Per 5 anni abbiamo approvato il bilancio nei tempi di legge. Abbiamo rimesso in ordine conti e ormai Roma é un modello di legalità e trasparenza. E' un ultimo bilancio che guarda al futuro e alle persone che in questo momento sono fragili, hanno perso il lavoro per la crisi e agli imprenditori che hanno bisogno di una ripartenza - ha dichiarato la Raggi, spiegando che sono stati messi  - 2 miliardi di investimenti per i prossimi 3 anni di cui 400 milioni ai Municipi". Non è bastato per ottenere i voti dell'opposizione. 

Il compitino

“Questo bilancio non porta ad alcun risultato.  E' un bilancio molto lontano dalle necessità reali della città -  ha commentato Andrea De Priamo, capogruppo di Fratelli d’Italia in Campidoglio -  E' prevalsa nella maggioranza del M5s la volontà di poter dire, anche questa volta, di aver fatto il compitino e di aver approvato il bilancio in tempo. Ma questo non basta”. 

La maggioranza che non c'è

Il bilancio, oltre che per essere stato approvato con meno della metà dei consiglieri comunali, verrà ricordato anche per l’addio d Agnese Catini. La presidente della commissione politiche sociali ha infatti annunciato la decisione di lasciare la squadra pentastellata per aderire, stando nel gruppo misto, al movimento politico Revoluzione, fondato da Monica Lozzi . “Ormai la maggioranza non c'é più e la sindaca - ha concluso in maniera netta il capogruppo del PD, ricordando che è la prima volta che un bilancio viene approvato in seconda convocazione - dovrebbe prenderne atto visto che ci sono ancora tantissime delibere importanti da qui alla fine della consiliatura”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento