Bilancio, ok in aula: più fondi ai municipi. Taglio risorse metro C ma Meleo assicura: "Ci sono coperture statali"

Maratona notturna in Campidoglio per l'approvazione della manovra di assestamento di bilancio 2019-2021

Comune, piazza del Campidoglio

Più risorse per scuole, strade, sociale, ai municipi. Ma anche lo stralcio dei fondi per il project review della tratta T2 della metro C, che però assicura l'assessore Meleo verrà semplicemente coperto con risorse statali. L'Assemblea capitolina ha votato l'assestamento del bilancio. Dopo una maratona di tre giorni, la trattazione di più di 3mila Ordini del giorno delle opposizioni, l'approvazione del maxi emendamento di Giunta collegato alla mini manovra, e l'esame dei quasi 500 emendamenti, il via libera è arrivato a tarda notte. 

"Abbiamo depositato al voto dell'Aula un emendamento in cui indichiamo delle rimodulazioni per interventi e trasporto a saldo zero all'interno delle opere. Ci siamo accorti che mancava un finanziamento per il Municipio XV e quindi abbiamo provveduto a una rimodulazione sull'assistenza agli alunni con disabilità per 350mila euro", ha spiegato l'assessore al bilancio Gianni Lemmetti.

Inoltre "abbiamo cambiato la fonte di finanziamento per opere pronte a partire e spostato dal 2019 a 2020 l'impegno per i mutui resisi necessari per sostenere alcune opere interne al Piano opere pubbliche. Alcune opere sono state stralciate e le fonti di finanziamento utilizzate ai fini di rimodulazione, altre sono state rifinanziate con mutui, soprattutto opere municipali come centri anziani, strade, scuole, adeguamento antincendio degli istituti scolastici. Abbiamo reintrodotto anche i contributi della Regione Lazio vincolati all'efficientamento energetico delle scuole", ha concluso l'assessore. 

Il maxi-emendamento di Giunta ha stanziato, tramite avanzo, maggiori risorse ai municipi per investimenti su scuole e asili, strade, mercati, sociale (come centri anziani e centri antiviolenza) per oltre 34,6 milioni di euro, che si andranno ad aggiungere al Piano investimenti della manovra. Al tempo stesso prevede lo stralcio di circa 5,9 milioni per il finanziamento della project review per il proseguimento della costruzione della metro C oltre i Fori Imperiali, che verranno sostituiti dalla convenzione con il Mit che verrà firmata in autunno per un finanziamento di 145 milioni di euro in tre anni da parte dello Stato per le metropolitane capitoline, di cui 10 proprio per la project review della tratta T2 della C. 

"Nessun taglio di fondi per la metro C. Basta bufale - ha detto l'assessore ai Trasporti Linda Meleo - sul prolungamento della metro C la linea è sempre la stessa: andare avanti con il progetto fino a piazza Venezia e oltre. Ribadisco l'elenco dei fondi statali: nella legge di Bilancio approvata alla fine dello scorso anno sono previsti 145 milioni per le metro di Roma. Nello specifico 45 milioni dedicati alla metro C, solo per la project review della tratta T2 parliamo di 10 milioni di euro di finanziamenti statali".

"L'iter è questo - ha proseguito l'assessore -  entro l'autunno firmeremo la convenzione con il Mit che ci permetterà di inserirli nel nostro bilancio. Per questo motivo nell'assestamento di bilancio di Roma Capitale non figurano circa 5,9 milioni di euro per la project review. Non sono risorse perse, nè scomparse - sottolinea Meleo - i fondi per la linea C ci sono: ricordo che le attività preliminari alla project review sono gia' concluse, semplicemente e' solo cambiata la modalita' di finanziamento. Nessuna criticità o cambio di rotta".

Tra le poste finanziate ci sono lavori di manutenzione stradale a via di Tor Vergata, via Etruria, via Talarchiana e via Niobe per 1,2 milioni di euro, via Canale della Lingua per 1 milione, un tratto di via Andersen per 1,2 milioni. Previsti anche 680mila euro per il Planetario.

(Fonte Agenzia Dire)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento