Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Wagon-Lits, Bianchini (Pd): "Il Comune rispetti gli accordi con i lavoratori di Rsi"

Paolo Bianchini, presidente della Commissione Lavoro della Provincia di Roma, afferma: “Il Comune rispetti gli accordi presi con i lavoratori di Rsi"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“Il Comune rispetti gli accordi presi con i lavoratori di Rsi, lasciati dall'azienda senza stipendio e senza Cassa integrazione da 9 mesi”. Così, in una nota, Paolo Bianchini, del Pd, presidente della Commissione Lavoro della Provincia di Roma che prosegue: “Nel 2007, quando il Gruppo Barletta ha rilevato l’azienda Rsi Italia, specializzata in costruzione e ristrutturazione di materiale rotabile, fu fatto un accordo con il Comune che prevedeva che non meno di 61 unità sarebbero state ricollocate in Me.tro. Il piano di assunzioni ha visto però soltanto l'inserimento di 47 lavoratori. In quella fase Rsi chiese di posticipare l'inserimento delle ulteriori 14 unità per esigenze aziendali".

"Tuttavia - riprende Bianchini - malgrado l'aggravarsi della situazione aziendale, il Comune di Roma non ha più dato corso all'accordo sottoscritto e soltanto dopo una lunga pressione delle forze sindacali e dei lavoratori il 28 novembre 2011 ha firmato con l'assessore Aurigemma un nuovo verbale di intesa che prevedeva l'inserimento dei 14 operai rimasti fuori dal piano assunzioni, la verifica della possibilità di ricollocare, presso le aziende partecipate, professionalità presenti in Rsi, l'impegno per la costituzione del Polo manutentivo regionale per il materiale rotabile e, infine, prevedeva un interessamento affinché l'azienda proseguisse la sua attività. Da allora: il silenzio. Purtroppo il principale interesse dell' azienda sembra ormai essere soltanto la valorizzazione immobiliare dell'area di via Umberto Partini, vicino alla stazione Tiburtina, e per il quale è stato chiesto al Comune di Roma un cambio di destinazione d' uso per renderlo edificabile".

Bianchini conclude:  "Da Aurigemma ci aspettiamo  che mantenga gli impegni assunti. Il Comune non  può rendersi complice di una strategia del profitto e della speculazione che lascerebbe a casa 59 lavoratori, eliminando professionalita' e officine storiche dell'area industriale di Roma".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wagon-Lits, Bianchini (Pd): "Il Comune rispetti gli accordi con i lavoratori di Rsi"

RomaToday è in caricamento