Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Scuola, Bianchini (Pd): "Regione si attivi contro accorpamenti incoerenti"

Paolo Bianchini, presidente della Commissione provinciale Scuola, è primo firmatario, con il consigliere Alberto Filisio, della mozione sul Piano di dimensionamento scolastico

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Solidarietà a genitori, dirigenti e insegnanti che, comprensibilmente, protestano contro il piano di riorganizzazione della rete scolastica previsto dalla legge 111 del 15 luglio 2011. Contro questo piano di dimensionamento che accorpa i plessi scolastici in istituti comprensivi con almeno mille alunni, anche il Consiglio provinciale, il 25 ottobre ha approvato una mozione presentata dal Partito democratico che chiede la sospensione dell'applicazione dei nuovi criteri e la proroga al 2013-2014". Lo dichiara, in una nota, Paolo Bianchini, presidente della Commissione provinciale Scuola, primo firmatario, con il consigliere Alberto Filisio, della mozione sul Piano di dimensionamento scolastico.

"Il termine previsto per l'applicazione dei nuovi parametri fissati dal Governo – prosegue - creerebbe caos e aggregazioni incoerenti senza rispondere ad esigenze di natura didattica e funzionale ma soltanto ad una irrazionale logica di tagli. La riorganizzazione deve tener conto delle reali necessità degli studenti e delle caratteristiche territoriali ed essere oggetto di un indispensabile confronto. La Regione Lazio, come chiede la mozione approvata, deve attivarsi come hanno già fatto altre Regioni, in quanto la norma va ad incidere sulla sfera delle attribuzioni e della competenza esclusiva dell'ente in materia di organizzazione della rete scolastica. Un provvedimento che stravolge in tal modo gli istituti non può inoltre non prevedere il necessario confronto con dirigenti, operatori scolastici e cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, Bianchini (Pd): "Regione si attivi contro accorpamenti incoerenti"

RomaToday è in caricamento