Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica Boccea

Municipio XIII, in un bene confiscato alla criminalità arriva un centro per disabili

L'assessora Vivarelli: "Andiamo a colmare un'esigenza del territorio"

Un centro ricreativo diurno per persone con disabilità. E' quello che diventerà un immobile sottratto alla criminalità organizzata che si trova nel municipio XIII, consegnato nei giorni scorsi dal Campidoglio. "Andiamo a colmare un’esigenza sentita sul territorio", l'annuncio dell'assessora a Patrimonio e Politiche Abitative, Valentina Vivarelli.

"E’ questo lo spirito con il quale alla fine dello scorso anno abbiamo chiesto circa 70 unità immobiliari all’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata", continua la nota per "rispondere alle necessità segnalate da chi è in costante contatto con i cittadini". Le destinazioni progettuali previste, continua Vivarelli, "includono fini sociali e istituzionali, attività di promozione culturale: questi luoghi un tempo a disposizione della malavita oggi possono rappresentare nuovi servizi e spazi di crescita per la comunità".

Non è il primo che viene convertito in questo modo. Nei mesi scorsi diversi immobili sono diventati centri antiviolenza. Due situati nel V, a Tor Tre Teste, e nel VI municipio e un terzo sempre nel XIII, all'Aurelio. Lo stesso destino per un altro appartamento a Torre Gaia: cinque stanze e un'area comune da dare in gestione a un'associazione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio XIII, in un bene confiscato alla criminalità arriva un centro per disabili

RomaToday è in caricamento