rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Politica

Cento milioni in tre anni per la cura del verde: il Campidoglio lancia il nuovo bando

Un bando unico per la gestione del verde verticale e orizzontale della Capitale

Quindici lotti ma un bando unico per la gestione del verde orizzontale e verticale. L’amministrazione capitolina ha annunciato la pubblicazione della gara che consentirà, dal 2024 al 2026, di prendersi cura delle ville storiche, delle riserve e dei parchi comunali. Ed ovviamente anche degli oltre 300mila alberi di proprietà capitolina.

Il nuovo bando triennale

“Questo bando – ha dichiarato Gualtieri, nella conferenza stampa svoltasi nell’arancera di San Sisto – segna un salto di qualità importantissimo sul verde di Roma che è un bene prezioso da curare, ci consente di programmare gli interventi di sfalcio e potatura degli alberi in modo adeguato al nostro patrimonio. Ci saranno 3 sfalci per area verde l'anno e 70mila potature con l'obiettivo che ogni albero dei 340mila sia curato ogni 5 anni”. Il sindaco ha inoltra annunciato che “ci sarà un responsabile per municipio”.

La distribuzione dei fondi per i 15 lotti

I fondi non sono distribuiti in maniera simmetrica nei vari municipi. Va infatti considerato che, ad esempio, dal 2010 il municipio X gestisce in maniera decentrata le aree verdi. Inoltre il finanziamento non contempla le superfici sotto i 20mila metri quadrati, visto che dal 2022 hanno iniziato ad essere affidate alle cure degli enti di prossimità. Il municipio che riceverà più finanziamenti è quello amministrato da Titti di Salvo, il IX, che otterrà 13,27 milioni di euro. Non è però il lotto che ha maggiori alberi da curare, poiché il primato spetta a quello che contempla il municipio II e Villa Ada insieme (50mila alberi).

Bando verde suddivisione lotti

“Ogni albero avrà la sua cartella medica, si saprà quando e stato potato, quando andrà potato nuovamente e ci sarà sempre un agronomo che controllerà i lavori di potatura” ha promesso il sindaco. Ed il bando, ha fatto sapere l’amministrazione è frutto del coinvolgimento degli ordini professionali e delle associazioni di categoria.

Le caratteristiche del nuovo bando

Ogni lotto, che stabilisce in maniera puntuale anche quante squadre, quanti autoveicoli e macchine operatrici utilizzare, verrà affidato ad un’impresa diversa. E sarà disincentivato il ricorso al subappalto ed anche ad un’offerta al ribasso. “Varrà il 15% ed è previsto un calcolo per cui in caso di ribasso d'asta eccessivo si perde punteggio anziché acquisirlo- ha spiegato l’assessora all’ambiente Sabrina Alfonsi- L'85% del punteggio verrà acquisito sulla base dell'offerta tecnica, della dotazione dei mezzi, delle attrezzature ecologiche e della valorizzazione del materiale di risulta: ad esempio riutilizzare il legno degli alberi per le attrezzature dentro le ville, i disincentivi al subappalto e i programmi di cura anche con i progetti pilota”.

Dossier - Mille alberi abbattuti ogni anno così cambia il clima di Roma

Altre novità dell'accordo quadro

Il 5% degli interventi sarà riservato alle cooperative sociali di tipo B perché, è stato dichiarato, “il mondo delle cooperative a Roma ha sofferto e bisogna ricominciare una nuova storia delle coop sociali che devono arrivare ai livelli di qualità richiesti per tutti”. Il bando scadrà il prossimo 4 maggio e quindi i suoi effetti cominceranno a vedersi dalla primavera del 2024. Contempla interventi tesi alla concimazione, ai trattamenti endoterapici ed alle prove di trazione in riserve, parchi, giardini, ville storiche come Villa Ada, Villa Pamphilj e Villa Borghese e la pineta di Castel Fusano. Beneficiano di questo accordo quadro anche i roseti comunali.  Tutti gli interventi saranno tracciati, rendicontati su una piattaforma, la app Gis Green Spaces, e rapportati alle tempistiche previste per ogni passaggio; per le aree verdi come per gli alberi che, praticamente, avranno ognuno una sorta di cartella clinica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cento milioni in tre anni per la cura del verde: il Campidoglio lancia il nuovo bando

RomaToday è in caricamento