rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Politica

Tagli agli affitti passivi, ma serve un posto per i dipendenti. Roma cerca nuovi uffici

Avviata un'indagine esplorativa per individuare edifici da adibire a sede del dipartimento urbanistica, non più a via del Turismo 30 dove da pochi giorni si è insediata Bulgari

Roma Capitale deve ridurre le spese derivanti dagli affitti passivi, ma anche trovare una collocazione ai suoi dipendenti. Per questo motivo è stato indetto un avviso pubblico per raccogliere manifestazioni di interesse per la locazione, preferibilmente in modalità "rent to buy" (affitto finalizzato all'acquisto) di immobili dove insediare le sue sedi istituzionali. 

Roma Capitale e la razionalizzazione delle spese

Recentemente il dipartimento urbanistica, che aveva sede a via del Turismo 30 all'Eur, ha lasciato l'edificio di proprietà di Eur Spa dove verranno inseriti gli uffici di Bulgari. Una sede, quella di proprietà dell'ente partecipato da MEF e Comune di Roma, che il Campidoglio aveva annunciato di voler lasciare ufficialmente già nel novembre 2013. L'obiettivo è quello di razionalizzare il sistema delle sedi e degli uffici centrali, ottimizzando il funzionamento della macchina amministrativa e soprattutto riducendo gli oneri per gli affitti passivi, "onerosi e gravanti sul bilancio" come ammesso dalla stessa amministrazione. 

L'avviso pubblico per individuare nuove sedi

Oltre al dipartimento urbanistica, in via del Turismo si trovavano anche i dipendenti dell'assemblea capitolina e della commissione urbanistica e la vice-direzione generale dei lavori pubblici. Lasciare ad Eur Spa l'immobile ha comportato un risparmio complessivo di 1.677.317,29 euro di indennità di occupazione annua (corrisposta ormai da dieci anni). I dipendenti, però, non hanno al momento una collocazione adeguata ed è per questo che, mentre il Comune ha intenzione di acquisire all'asta l'ex sede di Roma Metropolitane e ha dato l'ok all'acquisizione della sede dell'ex ente nazionale della cellulosa alla Montagnola, con un investimento di circa 10.000.000 di euro, si muove anche per nuove soluzioni. Roma Capitale, come si legge nella determinazione dirigenziale che ha approvato l'avviso pubblico (la scadenza è stata prorogata di 60 giorni, l'11 agosto scorso) "ha da tempo avviato ampie interlocuzioni con operatori del settore, nonché accurate istruttorie finalizzate a valutare la partecipazione a procedure competitive". 

Addio all'antico progetto del "Campidoglio 2"

Sembra dunque sempre più lontano il grande e ambizioso progetto del cosiddetto "Campidoglio 2", un unico centro direzionale dove trasferire tutti gli uffici dipartimentali, gli assessorati e le sedi delle commissioni capitoline e dell'assemblea capitolina. Un progetto risalente alla giunta di Walter Veltroni, avente come scopo una massiccia "spending review": il risultato sarebbe un risparmio di 18.000.000 di euro l'anno, ma ad oggi resta solo su carta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli agli affitti passivi, ma serve un posto per i dipendenti. Roma cerca nuovi uffici

RomaToday è in caricamento