Multiservizi, nuovo stop: Raggi sospende il bando bocciato dall'Antitrust

Una decisione obbligata dopo che l'Autorità garante della concorrenza del mercato ha individuato una serie di violazioni da "rimuovere" entro 60 giorni

Roma Multiservizi, tutto sospeso fino al 4 dicembre. Dopo la netta bocciatura dell'Antitrust, il Campidoglio ha sospeso "in via cautelare" la gara a doppio oggetto finalizzata alla selezione di un socio privato per la costituzione di una società mista pubblico-privata a cui affidare una parte di quei servizi oggi in capo alla partecipata di Ama. Una decisione obbligata dopo che l'Autorità garante della concorrenza del mercato ha individuato una serie di violazioni da "rimuovere" entro 60 giorni. Ma scomoda per il Movimento cinque stelle al governo della città che fin dai tempi della campagna elettorale aveva promesso soluzione ad una vicenda che si trascina ormai dal 2013 e che vede in bilico la posizione di circa 4500 lavoratori. 

Così stop alla maxi gara a doppio oggetto da 475 milioni di euro che con un unico lotto avrebbe dovuto assegnare servizi che vanno dall'ausiliariato, trasporto scolatico e pulizia nelle scuole alla manutenzione del verde, delle piste ciclabili e alla derattizzazione. Una strada osteggiata da lavoratori e sindacati, ed inizialmente scartata dalla stessa amministrazione pentastellata che già l'aveva criticata quando sedeva tra i banchi dell'opposizione a Marino, che avrebbero preferito la costituzione di una società interamente pubblica a cui affidare i servizi essenziali.

Là dove le proteste dei lavoratori non hanno avuto effetto, sono arrivati i ricorsi al Tar, che già avevano bloccato il primo bando emesso dalla Giunta Raggi, e quello all'Antitrust partito da Confartigianato Roma e da una serie di associazioni di categoria scese in campo in difesa della piccola e media impresa "danneggiata da questo baxi bando a lotto unico". L'antitrust gli ha dato ragione. E nel corso di una conferenza stampa si sono detti pronti ad arrivare alla Corte dei Conti.

Non solo. Leggendo la determina, che porta la data del 20 ottobre, si apprende che nessuno si è dimostrato interessato al bando: "Ad oggi non è pervenuta all'amministrazione alcuna candidatura per la partecipazione della gara". Tutto sospeso, quindi, fino al 4 dicembre.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

  • Ater, in vendita oltre 7mila case popolari dal Laurentino a San Basilio: ecco il piano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento