Mercoledì, 17 Luglio 2024
Politica

Bonus affitto, c'è il bando 2023: potrebbe essere l'ultimo. E il Comune paga i contributi del 2015

Fondi per 16 milioni di euro a disposizione. Oltre 35mila richiedenti hanno ricevuto il bonifico per gli anni 2019, 2020 e 2021. Zevi: "Governo cambi idea o sarà l'ultimo della storia"

E' stato pubblicato ieri il nuovo bando per accedere al contributo integrativo alla locazione erogato da Roma Capitale, il cosiddetto bonus affitto. Fino a nuovo ordine, sarà l'ultimo al quale le migliaia di famiglie in difficoltà economica potranno fare affidamento. Il Governo, infatti, non ha rinnovato il fondo che viene trasmesso alle Regioni e da queste ai Comuni. 

Bonus affitto chi può chiederlo

Il nuovo bando, al quale si potrà partecipare fino al 13 agosto 2023 inoltrando domanda sulla piattaforma GECOA di Roma Capitale - e solo lì, il cartaceo ormai da oltre un anno è abolito - è rivolto ai nuclei con un ISEE dichiarato non superiore ai 14.000 euro e per i quali l'incidenza del canone da pagare è superiore al 24%. Inoltre, tra gli altri requisiti, ci sono: non aver ottenuto altri contributi, nel periodo oggetto di richiesta, da parte di Regione, associazioni, fondazioni e altri enti locali, non essere assegnatari (nessuno dei componenti del nucleo richiedente) di alloggi Erp. Possono fare richiesta anche coloro che hanno un ISEE fino a 35.000 euro ma dichiarino di aver subito una perdita del proprio reddito IRPEF superiore al 25%. 

Pagati oltre 35mila contributi

Nel frattempo, il Comune ha fatto i conti dei contributi erogati nell'ultimo anno, periodo nel quale gli uffici si sono ritrovati a dover recuperare migliaia di pratiche, anche cartacee, con domande o mai lavorate o lavorate parzialmente. I richiedenti risultati ammissibili per il bando 2021, quasi 14.000 nuclei, sono stati tutti pagati e presto dovrebbero aggiungersi anche altre 2.000 persone che avevano fatto istanze di revisione. Pagati anche i circa 20.000 ammissibili del 2020 (la metà dei richiedenti, ma gli uffici hanno verificato domande multiple da parte di singoli nuclei e molteplici richieste non ammissibili), e tutti gli ammissibili del 2019, cioè 1.400 persone circa. Per quanto riguarda il nuovo bando, i fondi a disposizione sono pari a circa 16.000.000 di euro arrivati dalla Regione, ma fanno sapere dall'assessorato alle politiche abitative che, qualora finissero prima di aver soddisfatto tutte le richieste ammissibili, si pescherà dalle rimanenze del 2020. 

Il Comune sta recuperando le domande del 2015

Addirittura, da quel che si apprende il dipartimento valorizzazione patrimonio ha ripreso in mano le istanze del 2015. Parliamo di famiglie che in quasi dieci anni hanno cambiato conto corrente, anche più volte: "Stiamo facendo un difficile lavoro di recupero degli IBAN - spiegano dal Comune - ma pensiamo di poter finire tutto entro l'estate. Quell'anno ci furono 1.200 ammissibili, ne abbiamo già pagati 300. Prima c'erano state solo una decina di erogazioni". 

Zevi: "Sarà l'ultimo finanziato, il Governo ci ripensi"

“Abbiamo lavorato per pagare più di 35mila persone relative agli anni 2019, 2020 e 2021 - commenta l'assessore Tobia Zevi - andando a recuperare delle famiglie che aspettavano soldi addirittura dal 2015. Finalmente annunciamo un bando in linea con i tempi, che aiuterà i cittadini a sostenere i costi degli affitti. Purtroppo il Governo ha deciso di non rifinanziare i fondi, rendendo di fatto questo l’ultimo contributo affitto della storia. Mi auguro che ci ripensino e stanzino di nuovo i soldi necessari, perché tanti cittadini e cittadine di Roma ne hanno bisogno”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus affitto, c'è il bando 2023: potrebbe essere l'ultimo. E il Comune paga i contributi del 2015
RomaToday è in caricamento